Breaking News

Roma nun te fa n'cantà, sei grande!

condividi su facebook condividi su twitter Di: Federico Paolini 07-10-2014 - Ore 15:00

|
Roma nun te fa n'cantà, sei grande!

Primo round a loro, ma che fatica battere la Roma. Se ci vuole una Juve più cattiva del solito, ed un arbitraggio inadeguato di Rocchi, allora vuol dire che la squadra giallorossa è davvero forte. E questo gruppo, non deve farsi ingannare dal risultato dello Juventus Stadium

Uno dei match più combattuti delle ultime stagioni di serie A è stato evidentemente deciso dagli episodi. Se andiamo ad analizzare i numeri della partita, non si può non sottolineare che la Roma sia stata superiore nel possesso palla 54% contro 46%, dimostrazione che gli uomini di Rudi Garcia sono andati a Torino con la solita personalità, della grande squadra. Nessuna paura davanti alle intimidazioni, più o meno sportive e lecite, di giocatori e soprattuto dei tifosi vicini alle panchine. Nessuna inibizione, dentro all'ambiente ostile della "fornace" dello Juventus Stadium. La squadra giallorossa era riuscita anche a sovvertire una situazione di svantaggio, contro una squadra che difficilmente si fa rimontare quando sorpassa l'avversario.  

L'ambiente giallorosso deve dimenticare in fretta il risultato, superare l'amarezza per una partita che molto probabilmente meritava sorte diversa, ma ricordare la prestazione e la verve messa in campo. Ma la strada giusta è quella tracciata da Maicon nel post partita: “La prima sensazione mia è che non era rigore, avevo il braccio vicino al corpo. Ci sta però che la Juve è una grandissima squadra, siamo dispiaciuti di aver perso la partita. Hanno qualcosa in più? Sì, sono rimasti gli stessi. Sono un passo avanti a noi, noi stiamo lavorando e speriamo di continuare su questa squadra”. 

Non prendiamoci in giro, è chiaro che i tre punti persi domenica sono pesanti. Ma chi può sapere ora quanto peso effettivo avranno alla fine dei giochi? La Roma nelle prime cinque partite ha dimostrato una superiorità schiacciante rispetto agli avversari incontrati, così come la Juventus, ma ci sono ancora molti ostacoli da superare (entrambe le squadre devono affrontare Napoli e Inter, la Roma il Milan e la Juventus la Fiorentina, oltre ai rispettivi derby). 

Superiorità, appunto, anche psicologica nell'affrontare la sconfitta con la giusta filosofia. Perchè il campionato continua (siamo solo ad ottobre), la Roma è fortissima, e lamentarsi ancora serve davvero a poco. Io riparto da quel gol di Iturbe, e voi?

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom