Breaking News

Rudi Garcia, che parla come Bergoglio e vince come Mou

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 01-11-2013 - Ore 18:45

|
Rudi Garcia, che parla come Bergoglio e vince come Mou

«Un allenatore è anche un attore», spiegava Rudi Garcia in una vecchia intervista a L’Equipe che era stata saccheggiata alla notizia del suo ingaggio. Ma se bisogna dirla tutta sull’allenatore-guru che ha fissato il record di vittorie consecutive di tutti i tempi nel campionato italiano, al suo arrivo in Italia, nessuno scommetteva un centesimo. Soprattutto a Roma. È vero, aveva ottimi titoli e un’ottima fama, qualcuno azzardava che fosse il miglior allenatore francese, ma veniva dalla provincia del calcio, dal Lille e mica dal Paris Saint-Germain, aveva in fondo vinto soltanto una coppa e uno scudetto. Però nessuno sapeva pronunciare bene il suo nome, che andava accentato alla fine, alla francese, non all’inizio, alla spagnola.

Nessuno immaginava che sarebbe stato personaggio come Mourinho, ma senza la prosopopea di Mou. E tutti ripetevano che era la terza scelta di mercato: che fino a un minuto prima, per esempio, si sperava nell’arrivo di Allegri dal Milan. Si era poi presentato con un gesto che sembrava una roba per mammolette, aveva telefonato uno per uno a tutti i giocatori prima del ritiro. Si raccontava che gestisse lo spogliatoio con una specie di consiglio di saggi in cui erano coinvolti i giocatori più rappresentativi...

 LEGGI L'ARTICOLO 

 

 

Fonte: Linkiesta.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom