Breaking News

Saviano: “Con la morte di Ciro il calcio ha smesso di essere uno sport. Abete, responsabile dello sfascio"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 05-07-2014 - Ore 10:51

|
Saviano: “Con la morte di Ciro il calcio ha smesso di essere uno sport. Abete, responsabile dello sfascio

«Ogni strada di Napoli piange la morte di Ciro Esposito ucciso dal colpo di pistola di un ultras neofascista. Con Ciro Esposito il calcio italiano ha definitivamente smesso di essere uno sport». 

E poi un altro attacco dall’ex presidente federale Abete: «Il maggiore responsabile di tutto questo sfascio è il “ministro del calcio” in Italia: Giancarlo Abete».

Così lo scrittore Roberto Saviano nell'edizione odierna de Il Mattino. 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom