Breaking News

SERIE A - Atalanta Genoa 1 a 1

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 27-04-2014 - Ore 22:47

|
SERIE A - Atalanta Genoa 1 a 1

Finisce la gara di Bergamo. Solo pari fra Atalanta e Genoa. Liguri in vantaggio nel primo tempo, poi Peruzzo espelle Portanova. Perin para un rigore a Denis, poi l’1-1 in fuorigioco netto. Gasperini si arrabbia e litiga con i tifosi di casa

Atalanta e Genoa si dividono la posta. All’Atleti Azzurri d’Italia finisce 1-1 tra le polemiche, con i liguri che si lamentano per l’arbitraggio di Peruzzo. Colantuono cambia in avvio: via il 4-4-2, si prova il 4-3-3. L’escluso è De Luca, Denis viene supportato da Bonaventura ed Estigarribia sulle fasce. Baselli e Cigarini finalmente insieme a centrocampo, con Migliaccio a sfiatarsi in copertura. Gasperini rilancia Antonini e Vrsaljko dal primo minuto e affianca Fetfatzidis e De Ceglie a Gilardino davanti.

MEGLIO IL GENOA — I liguri partono meglio, sfruttando alla grande le fasce, dove l’Atalanta si trova costantemente in inferiorità numerica. Proprio da un pallone messo in mezzo dalla destra nasce al 12’ la prima, grande occasione da gol del match: Bertolacci calcia di sinistro dai 15 metri, Consigli è battuto, ma il tiro sbatte sul palo. Dieci minuti dopo è Fetfatzidis a incunearsi in area e provarci con l’esterno del piede, Consigli chiude bene sul primo palo. È il preludio del gol, che arriva al 27’. Antonelli fugge sulla sinistra e crossa, De Ceglie svetta indisturbato in piena area e di testa fa 1-0. Meritato. L’Atalanta prova a reagire, Colantuono modifica il suo schieramento alla mezz’ora: fuori Estigarribia (infortunatosi in uno scontro con Marchese), dentro De Luca. Si torna all’antico, 4-4-2.

LA ZANZARA PUNGE — I meccanismi più rodati fanno bene all’Atalanta, che cambia marcia a inizio ripresa. Al 5’ Denis viene steso da Portanova a pochi passi da Perin. Rigore e rosso per il difensore rossoblù. Dal dischetto però il Tanque non è perfetto: Perin in tuffo gli dice di no, poi Migliaccio di testa mette fuori di un soffio. In 10 il Genoa arretra il baricentro e la gara si trasforma in un assedio. Al 20’ Benalouane di testa centra in pieno la traversa sugli sviluppi di un corner. Spiovono palloni in quantità nell’area ligure. E al 37’ finalmente il fortino genoano cade. Perin si oppone alla grande su Stendardo, la palla s’impenna e De Luca è bravo a insaccare. Tutto molto bello, peccato che la Zanzara fosse in netto fuorigioco. Il Genoa protesta anche al 43’ per una trattenuta di Lucchini a Gilardino in area: il rigore ci può stare, ma Peruzzo lascia correre. E Gasperini, protestando, litiga con i tifosi dell’Atalanta. È l’ultima emozione del match.
 
CAPITOLO LIVAJA — Gli ultras dell’Atalanta non hanno risparmiato insulti a Marko Livaja, ormai di fatto un ex nerazzurro. La questione è nota, il bomber croato aveva litigato su Facebook con alcuni tifosi, sfogandosi con parole come “italiani bastardi” o minacce tipo “venite in Croazia”. La società l’ha messo fuori rosa, ma la curva non dimentica. “Fuori dai coglioni” e “uomo di m....”, gli striscioni apparsi durante la gara col Genoa. Comunque vada, il futuro di Livaja sembra irrimediabilmente lontano da Bergamo.

Fonte: gazzetta.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom