Breaking News

Serie A, che domenica lunatica!

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 04-04-2016 - Ore 18:46

|
Serie A, che domenica lunatica!

EMILIO MUCCIONE - È stata colpa mia! Così cantava Vasco in "Domenica lunatica" nel 1989, ed é questo che rimbalza oggi nelle menti di molte squadre che, con il loro atteggiamento e la loro prestazione domenicale, hanno dato un quadro netto e, a mio avviso, definitivo alla classifica finale di questo campionato. Ormai al 99% la classifica finale é delineata, difficilmente cambierà; fino alla fine molte squadre non avranno nulla più da chiedere a questo campionato.

Salvo "suicidi clamorosi" la Juve vincerà lo scudetto. La Juve é senza dubbio la squadra più forte del campionato, anche se, contro l'Empoli, escludendo un tiro di Mandzukic parato da Skorupsky ed un tiro di Morata che colpisce la parte alta della traversa, nel primo tempo non ha creato grossi pericoli ed è stata graziata dopo 3 minuti da Saponara che da 4 metri ha sparato alto. Nel secondo tempo la Juve si rintana con tutti i suoi 11 effettivi nella propria metà campo giocando da provinciale. L'Empoli alla fine avrà il possesso palla superiore alla Juve e, solo dopo l'entrata di Zaza negli ultimi minuti, la Juve legittima il risultato creando altre 3-4 occasioni sventate prontamente dal portiere dell'Empoli. Il Napoli si suicida letteralmente perdendo a Udine una partita che non doveva mai perdere per restare agganciato alla Juve, ma evidentemente, una rosa striminzita e la mancanza di personalità, hanno fermato la rincorsa ed ora sarà costretto a guardarsi dalla Roma per il secondo posto. La Roma continua ad essere la squadra che esprime il miglior calcio degli ultimi mesi; domina in lungo e largo il derby contro la Lazio e, se si escludono 15 minuti nella ripresa, il risultato é anche stretto per la Roma. Manolas in difesa, Nainngolan a centrocampo e Perotti avanti giocano da 10 in pagella, mentre la Lazio si sveglia solo dopo l'ingresso di Keita, ma il grande Luciano Spalletti gli piazza Rudiger su quella fascia con lo spostamento di Florenzi in avanti; così facendo Keita non tocca più palla e la Roma segna altri 2 gol. La Fiorentina non va oltre un pari interno contro la Samp; la partita é molto bella con diverse giocate acrobatiche e diversi tiri in porta da ambo le parti ma la partita termina 1-1 così anche i viola abbandonano i sogni champions dato che la Roma allunga a +7. Altro suicidio é quello interista che riesce addirittura a perdere in casa contro un Torino che ormai era quasi salvo. Dopo il vantaggio del primo tempo, l'Inter ne esce sconfitto; complici anche 2 espulsioni inflitte a Miranda e Nagatomo. Il Milan sprofonda sempre più in una crisi senza uscita riuscendo a perdere a Bergamo, contro l'Atalanta, una partita che l'aveva visto anche andare in vantaggio, ma poi, un gol di Pinilla, che segna solo in rovesciata, ed uno di Papu Gomez ribaltano il risultato. Ora il Milan rischia di perdere la sesta posizione (utile per l'Europa League) a favore del Sassuolo che espugna il campo del Carpi per 3-1. Il Palermo non riesce a far punti contro l'ormai salvo Chievo, così come il Frosinone contro il Genoa. Questa sarà la giornata che spaccherà definitivamente il campionato. Ormai poche squadre lottano per qualcosa: Napoli e Roma per il secondo posto, Milan e Sassuolo per il sesto, Carpi, Palermo e Frosinone si giocheranno l'unico posto libero per la salvezza. Questa è la giornata dei rimpianti in cui Napoli, Inter, Fiorentina, Milan, Palermo e Frosinone canteranno continuamente: "È stata colpa mia, è solo colpa mia" di questa DOMENICA LUNATICA!!!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom