Breaking News

Seydou Doumbia, quando i numeri convincono tutti (VIDEO)

condividi su facebook condividi su twitter Di: Federico Paolini 12-02-2015 - Ore 15:30

|
Seydou Doumbia, quando i numeri convincono tutti (VIDEO)

"Doumbia my lord..." cantavano i tifosi dello Young Boys, inneggiando al loro attaccante preferito, che esaltava la curva giallonera a suon di gol. 58 in 79 presenze in due stagioni, numeri con i quali conquistò il cuore degli svizzeri, che quando lasciò per trasferirsi in Russia non la presero per niente bene.

E pensare che il suo arrivo era stato accompagnato da scetticismo. Era lo sconosciuto ivoriano proveniente dal campionato giapponese, dove aveva vissuto un'esperienza forse più culturale che calcistica. Ma grazie alle prestazioni la musica cambiò quasi subito, e i numeri iniziarono a parlare per lui. 

Alla fine della doppia felice stagione in Svizzera arrivarono le prime importanti sirene di mercato. Su tutte quella che parlava di un Chelsea interessato all'attaccante per la sostituzione di Drogba, dato in partenza. Peccato che Doumbia fosse extracomunitario, e che in Inghilterra all'epoca non era facile ottenere il permesso di lavoro. Così rimase Drogba e Doumbia prese la strada del Cremlino.

A Mosca solita storia, critiche alla società per un acquisto non troppo "mediatico", trasformate in elogi pochi mesi dopo. Nel CSKA Mosca Doumbia diventa un finalizzatore implacabile, letale nelle conclusioni sotto misura. Nella prima stagione, di ambientamento, gioca pochissimo (11 partite in campionato), ma segna comunque 5 gol. La stagione successiva è quella della consacrazione assoluta a livello nazionale ed internazionale, arrivano 56 gol in 37 presenze e la bellezza di 12 assist, che dimostrano l'attitudine di questo giocatore a saper anche lavorare per i compagni.

Un attaccante completo, al quale forse manca solo qualche cm (1,79 di altezza), ma che in termini di velocità sia in allungo che nello stretto ha poco da invidiare ai grandi d'Europa. Ma quella che sorprende di lui è la capacità di farsi trovare pronto al momento giusto in zona gol. 

Arriverà a Roma in serata (19:00 circa) per fare il salto di qualità definitivo, in un campionato più competitivo di quello svizzero o russo. E' stato accolto anche questa volta con un leggero scetticismo, tipico del tifoso romanista ed italiano, ma vuole di nuovo mettere tutti d'accordo.

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom