Breaking News

Sosta per le Nazionali: provvidenziale o dannosa?

condividi su facebook condividi su twitter Di: Federico Paolini 24-03-2015 - Ore 15:30

|
Sosta per le Nazionali: provvidenziale o dannosa?

Dopo tanto campionato è tempo di Nazionali. Di quei match che non si vedevano da novembre, quando l'Italia pareggiava 1-1 a San Siro contro la Croazia di Modric e Kovacic. A quattro mesi da quella sosta, il campionato torna a fermarsi provocando per forza di cose qualche conseguenza sulle varie squadre di club. 

Ma per la Roma, questo stop può essere positivo o dannoso? La squdra giallorossa è appena tornata a respirare, dopo un mese e mezzo in cui non aveva mai vinto in campionato. Il guizzo di Daniele De Rossi (escluso di lusso nei convocati di Conte) ha ridato un po' di slancio agli uomini di Rudi Garcia, che però ha ancora molti elementi da recuperare per condizione fisica e mentale.

Alcuni di questi saranno impegnati con le rispettive selezioni, tra qualificazioni e amichevoli. Se c'è la "buona" notizia di un Keita che rimarrà a Trigoria per curarsi bene dal problema al ginocchio accusato contro la Fiorentina, c'è il pericolo infortuni per molti altri elementi importanti della rosa.

Florenzi, Doumbia, Gervinho, Nainggolan, Pjanic, Ljajic e i giovani Verde, Pellegrini, Calabresi e Capradossi dovranno sostenere un doppio impegno, con viaggi lunghi soprattutto per i due africani. Proprio adesso, verrebbe da dire, con Gervinho che stava ritrovando una condizione accettabile e Doumbia che faceva i primi veri passi verso l'integrazione nel gruppo giallorosso. 

Occhio anche a Torosidis, Manolas e Cholevas, che dovranno provare a cambiare le sorti di una Grecia che sembra già spacciata, contro l'Ungheria capolista del gruppo. Insomma, impegni non da poco.

L'altro lato della medaglia è rappresentato dal fatto che comunque, per due settimane, non si giocherà con la Roma e ci sarà il tempo per riflettere sugli errori commessi in questi mesi e per capire come strutturare questo finale di stagione. Una pausa utile forse più per allenatore e staff tecnico, che per i giocatori, che come abbiamo visto dovranno comunque correre per vincere. 

Intanto a Trigoria ci saranno capitan Totti e Keita, tra gli altri, con gli infortunati di lungo corso Strootman e Castan, che già pensano al prossimo precampionato. Per tutti gli altri c'è da pensare solo al secondo posto da conquistare. 

Fonte: Federico Paolini-Insideroma

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom