Breaking News

Stadio della Roma: si va verso una nuova CDS

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 04-08-2017 - Ore 20:00

|
Stadio della Roma: si va verso una nuova CDS

INSIDEROMA - ANDREA DE ANGELIS - Sul fronte Stadio della Roma le ultime ore hanno segnato un’accelerata prevista e prevedibile, e le prossime potrebbero segnarne una nuova e forse decisiva. Ieri il Comune di Roma, uno dei quattro soggetti coinvolti nella Conferenza dei Servizi Decisoria (gli altri sono la Città Metropolitana, lo Stato e la Regione Lazio), ha espresso il proprio parere favorevole sul nuovo progetto presentato due mesi fa dai proponenti. Occorre ricordare che il nuovo progetto fa seguito alla delibera di novazione del pubblico interesse votata dall’aula capitolina, novazione che ha modificato il progetto precedente predisposto dalla giunta Marino. Anche per questo il parere del Comune era previsto e prevedibile. Oggi è arrivato il parere della Città Metropolitana di Roma Capitale, anche questo ente occorre ricordare che è guidato dal sindaco di Roma Virgina Raggi, per cui non sorprende che anche questo parere sia positivo. Anche se emergono alcuni distinguo importanti per capire le sorti della Stadio della Roma e i prossimi passi burocratici che la società di Pallotta dovrà affrontare. Nel parere della Città Metropolitana infatti è stato “indicato il superamento, parziale o totale, delle prescrizioni o delle condizioni poste”. E’ su quel termine parziale che la nostra attenzione deve focalizzarsi. La Città Metropolitana ritiene che siano “necessari approfondimenti progettuali per conseguire la piena funzionalità dell’infrastruttura”, soprattutto per quel che riguarda la viabilità, vero punto di snodo del progetto targato Raggi. Questi approfondimenti di tutta evidenza escludono che la Conferenza dei Servizi possa approvare il progetto così come presentato (una delle possibilità previste dalla legge), e probabilmente escludono anche che possano essere chieste delle semplici integrazioni progettuali. Come anticipato proprio su queste pagine si va quindi verso una nuova Conferenza dei Servizi decisoria da convocare nei primi giorni del prossimo mese e che avrà 180 giorni di tempo per esprimere un parere definitivo. Questo indipendentemente dalle parole pronunciate sempre oggi dal capogruppo del Movimento 5 Stelle in Campidoglio Paolo Ferrara che su Facebook ha scritto “Il Pd non vuole lo stadio. Quanto ci metterà la Regione ad esprimere il parere? Zingaretti vuole privare i cittadini romani dello stadio?”. Da quanto ci risulta sia la Regione che lo Stato non avrebbero nessun interesse ad intestarsi a pochi mesi da un importante turno elettorale (si voterà a febbraio proprio per rinnovare sia il governo regionale che quello nazionale) lo stop ad un progetto particolarmente sentito e popolare. Va anche detto che la prossima Conferenza dei Servizi potrebbe concludersi ben prima dei sei mesi concessi per legge. Ed allora vengono in mente le parole del presidente Pallotta che pochi giorni fa indicava in febbraio il mese per la possibile posa della prima pietra. Previsione questa che assume sempre più i contorni di una profezia.

Fonte: Insideroma - De Angelis

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom