Breaking News

TAVECCHIO: "Conte mi ha detto che non ha avuto richieste"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 12-02-2015 - Ore 16:50

|
TAVECCHIO:

«Conte mi ha detto che non ha avuto nessuna richiesta da chicchessia e mi ha ribadito che resterà alla guida della nazionale e che rispetterà il contratto». Lo ha confessato il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, a Radio24. Sul fatto che la Procura di Cremona ha notificato al ct l'avviso di chiusura indagine sul calcioscommesse, il numero uno della Federcalcio ha sottolineato che: «la Costituzione prevede che il soggetto può essere sanzionato solo dopo l'ultimo grado di giudizio e noi la rispetteremo». Sull'incontro avuto lunedì tra il ct e il presidente federale, Tavecchio ha spiegato che: «l'incontro di lunedì con il ct era già previsto per stabilire alcune situazioni. La questione Conte nasce da una importante strumentalizzazione». In Lega di Serie A, è stato chiesto di chiudere il campionato il 15 maggio e di anticipare la finale di Coppa Italia. «La chiusura del prossimo campionato è stata ratificata, ma mi è stato spiegato che potevano solo anticipare, come hanno fatto, la semifinale di Coppa Italia al 2 di marzo, perché non sapendo chi andrà in finale di Champions e di Europa League, non potevano definire la data della finale della Tim Cup, ma hanno dichiarato la disponibilità totale, anche se non potevano firmarlo». Secondo Tavecchio, comunque, il problema continuerà a porsi finché non si ridurrà il numero di squadre in Serie A. «Con un campionato a 20 squadre non è possibile. Se non portiamo a casa la riduzione delle squadre di Serie A avremo sempre problemi, ma la maggioranza per ridurre i campionati è del 75% e al momento non c'è. Dopo aver esperito tutti i contatti con le componenti, Leghe in primis, probabilmente bisognerà chiedere al Coni di variare la percentuale».

Fonte: Adnkronos

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom