Breaking News

Teste di Calcio - Gli sputi di Doumbia costano caro. Pallotta "Er Monnezza" e la rivincita di Luigi Enrico

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 24-04-2015 - Ore 16:30

|
Teste di Calcio - Gli sputi di Doumbia costano caro. Pallotta

Altro pareggio altra corsa. Con le vittorie di Cesena e Napoli i giallorossi ci avevano abituati troppo bene. Ecco infatti che domenica scorsa si è tornati nella melma paludosa del pareggio, la stessa in cui finisce una riforma ostacolata da lobby e partiti forti o in cui si infila Bear Grylls durante le sue escursioni esplorative.

Nei pochi minuti che Doumbia ha giocato ha toccato solo un pallone. Ma ciò per cui si è messo in evidenza sono stati gli sputi scatarrati sul campo tra un'azione ed un'altra. Il prezzo pagato per lui dalla Roma fa sì che ogni sputo lanciato dall'ivoriano costi circa 200 mila euro, tanto è che lo staff della Roma per non perdere il prezioso "lavoro" del centravanti a fine partita ha perlustrato tutto il campo cercando di raccogliere per quanto possibile i ricordini lasciati da Doumbia. Il barattolo con gli sputi raccolti potrà essere così esposto nel museo ufficiale della AS Roma.

(Nella foto: ecco spiegata l'eccessiva onerosità del cartellino di Doumbia. Gli sputi dell'ivoriano sono radioattivi)

Messa da parte l'Atalanta, ora i giallorossi sono pronti a sfidare l'Inter a San Siro questo sabato. I nerazzurri insieme al Milan hanno inscenato un derby che dire brutto sarebbe come dare del "un filino irascibile" a Sgarbi. Troppo poco. Nel frattempo Pallotta, nonostante stia a Boston, lontano dai romani lidi, non perde nessuna puntata delle cronache giallorosse. Dopo l'uscita a piedi uniti su una parte dei tifosi giallorossi, definiti dal presidente "Fucking Idiots", Due giorni, passata la mezzanotte italiana, il numero uno del club giallorosso ha twittato: "Media: 'Everyone under review. Except Garcia.' Pallotta: "Who makes this stuff up?" dove stuff si può tradurre come roba ma anche con un più elegante "stronzata". Come mai questo cambio improvviso della comunicazione? Sembra strano ma in realtà tutto è molto chiaro. Pallotta, avrebbe confidato a degli amici, non potendo vivere a Roma, ha trovato modo di respirare lo stesso l'ambiente romano andandosi a ripescare tutti i film di Tomas Milian. Sì, avete capito bene: "Er Monnezza" sarà il nuovo modello comunicativo del prez. Pallotta. Il presidente americano si sta esercitando nella dizione e nell'espressione facciale per somigliargli il più possibile e pare ci stia riuscendo, a detta di alcuni.


Nel frattempo anche l'Europa va avanti. Napoli e Fiorentina sono alle semifinali di EL. In Champions invece il Real di "tortellino" Ancelotti batte la banda criminale del Cholo Simeone, la Juve fa piangere il Principe di Monaco, il Bayern si rolla e fuma il Porto come aveva fatto con Roma e Shakhtar Donetsk, mentre Luis Enrique stravince sul rivale Blanc. Strana evoluzione quella di Luigi Enrico, che dimostra come il calcio sia incredibilmente volubile. Appellato a Roma come "N' deficiente venuto daa Spagna" ora è l'idolo del Barcellona. Facile passare da eroe a co...ne e viceversa. Pure Garcia ne sa qualcosa...

Fonte: A cura di Eduardo Barone

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom