Breaking News

TOMMASI: "Controlli antidoping da approfondire. Su questo Zeman ha ragione"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 13-10-2013 - Ore 13:15

|
TOMMASI:

"I controlli antidoping nel calcio sono numerosi, però forse non sono fatti nel momento giusto. Forse andrebbero approfonditi". Lo ha detto Damiano Tommasi, presidente dell'Associazione italiana calciatori, durante la serata dedicata a "Sport e doping" nell'ambito di Bergamoscienza. "Ricordo le positività al nandrolone - ha continuato Tommasi - secondo me sono stati scoperti solo i più sprovveduti". Poi un accenno a Zeman e alla sua crociata antidoping. "Quando vedeva squadre che lavoravano la metà delle sue e correvano il doppio si faceva qualche domanda". Secondo Tommasi il problema è soprattutto etico. "Se un atleta è integro non corre il rischio di cadere in un errore che può cancellare in pochi attimi i sacrifici di una carriera. Bisogna accettare di essere se stessi e non andare oltre i propri limiti". Qualche responsabilità, secondo Tommasi, ce l'hanno anche i media. "Bisogna avere il coraggio di demolire certi miti costruiti su illusioni. Invece si continua a decantare le gesta di campioni che tali non erano, soprattutto nel ciclismo". Il giornalista Massimiliano Castellani, che dalle pagine di Avvenire ha condotto numerose inchieste sulle morti sospette di ex calciatori, ha sottolineato: "C'è la volontà di oscurare il problema. Non è provato che il calcio provochi la Sla, però i dati dicono che tra i giocatori c'è un'incidenza della malattia venti volte superiore al resto della popolazione".

Fonte: corrieredellosport.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom