Breaking News

UEFA Europa League 2012/13: la ripartizione finanziaria

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 24-07-2013 - Ore 16:44

|
UEFA Europa League 2012/13: la ripartizione finanziaria

Nella scorsa edizione di UEFA Europa League, la UEFA ha distribuito un totale di 209 milioni di euro alle squadre partecipanti.

Gli introiti generati dal marketing centralizzato della UEFA Europa League, più  un ulteriore contributo di 40 milioni di euro dalla quota dei club di UEFA Champions League, sono stati ripartiti fra le 48 squadreche hanno partecipato dalla fase a gironi in poi e alle otto squadre qualificate ai sedicesimi dopo il terzo posto nella fase a gironi di UEFA Champions League.

Il Chelsea FC ha guadagnato una cifra di poco superiore ai 10,7 milioni di euro entrando dai sedicesimi e vincendo il trofeo grazie al 2-1 sull'SL Benfica a maggio. Il Benfica, anch'esso proveniente dalla UEFA Champions League, ha ricevuto circa 5,7 milioni di euro.

Ciascuna delle 48 squadre che hanno partecipato alla fase a gironi ha ricevuto un premio di partecipazione di base di 1,3 milioni di euro. I premi partita ammontavano a 200.000 euro a vittoria e 100.000 di euro a pareggio nella fase a gironi. In questo turno, l'Olympique Lyonnais ha sfiorato il massimo profitto, con cinque vittorie e un pareggio per un totale di 1,1 milioni di euro (oltre al  premio di base). Erano inoltre previsti bonus qualificazione: alla prima classificata nel girone spettavano 400.000 euro, mentre la seconda guadagnava 200.000 euro.

Ogni squadra qualificata ai sedicesimi ha incassato altri 200.000 euro, mentre le qualificazioni successive sono state premiate con 350.000 euro (ottavi), 450.000 (quarti) e 1 milione di euro (semifinali). IlChelsea ha guadagnato altri 5 milioni di euro per la vittoria alla Amsterdam Arena, mentre il Benficaha incassato 2,5 milioni di euro in veste di seconda classificata.

Inoltre, 83,5 milioni di euro provenivano dei diritti televisivi. Metà di questa cifra (41,75 milioni) è stata ripartita in base a vari fattori, come il valore proporzionale del mercato televisivo dei singoli club e i risultati delle squadre nelle competizioni nazionali della stagione precedente.

L'altra metà è stata divisa in sei quote, una per ciascun turno della competizione. Le quote, che aumentavano di valore dalla finale (1,67 milioni di euro) alla fase a gironi (16,7 milioni), sono state distribuite a seconda del valore dei mercati nazionali tra le federazioni nazionali rappresentate in ciascun turno. Per le federazioni con più di una rappresentante, ogni quota è stata ripartita equamente tra i club interessati. Il Chelsea ha totalizzato oltre 3,7 milioni di euro in quote mercato e circa 7 milioni di euro per premi partecipazione, qualificazione e partita.

GUARDA LA TABELLA CON TUTTE LE CIFRE

 

Fonte: Sporteconomy

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom