Breaking News

Vedova RACITI: "Stasera maglie pro-Speziale? E' una vergogna, Renzi intervenga"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 06-05-2014 - Ore 11:57

|
Vedova RACITI:

«È una vergogna, sentire anche questo». Così Marisa Grasso, vedova di Filippo Raciti e ospite al programma «24 Mattino» di Radio 24, ha commentato la notizia delle 30mila magliette con la scritta 'Speziale liberò che i tifosi partenopei starebbero preparando per la partita di stasera Napoli-Cagliari. «A questa notizia dovrebbe una risposta il presidente del Consiglio. Deve dare una risposta - ha continuato la vedova Raciti che, alla domanda del conduttore Alessandro Milan su una possibile soluzione al problema, ha affermato - chiudete, non fate giocare, basta. Uno Stato forte prende delle misure forti, non è essenziale una partita di calcio, se ne può fare anche a meno. Ognuno sta a casa sua e si evitano problemi, vabbè c'è una perdita economica ma non è colpa mia. Un lavoro non può creare così tanti problemi, il lavoro deve rendere a una persona dignità perchè porta onestamente a casa i soldi, ma alcuni lavori tolgono serenità a chi dovrebbe svolgere un servizio che dovrebbe garantire sicurezza ai cittadini. Questa delle magliette invece è la risposta che incassa lo Stato». Marisa Grasso ha precisato: «Se lo Stato fosse forte, queste cose non sarebbero accadute. Io purtroppo mi aspetto che oltre a mio marito, che avrei voluto fosse l'unico sacrificio, ci siano altri Filippo Raciti. Lo Stato è debole, aspettiamoci di tutto. È davvero una vergogna sentire anche questa cosa delle magliette. Questo Speziale, che non io non nomino mai, è un assassino e uno spacciatore di droga. È un mercante di morte. Questo si pubblicizza».

Fonte: Adnkronos

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom