Breaking News

Visti dalla curva: Roma - Sassuolo 1-1

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-11-2013 - Ore 20:03

|
Visti dalla curva: Roma - Sassuolo 1-1

Finalmente torni a giocare ad un giorno e ad un orario più "classico". Sciarpa al collo esci di casa per andare a difendere la Tua posizione. Per ora è tutto nelle Tue mani e questo ti da sia la tranquillità di esser padrone del futuro, sia la responsabilità di non poter sbagliare per continuare a sognare. I sogni fanno parte del Tuo modo di vivere la Tua Passione. Sono cose che non si comprano con nessun biglietto e nessuna televisione potrà mai farti provare le emozioni che provi e i sogni che fai quando vedi i Tuoi Colori sventolare sopra quelle braccia tese al cielo mentre urli il nome della Tua Città. Gli avversari devono capire subito che a casa degli altri non si può fare quel che si vuole, soprattutto a casa Tua. Non importa chi sia l'avversario e quanto la sua squadra sia importante. Nessuna è mai più importante e più forte della Tua. Questo non per il valore dei giocatori, ma per quello di chi vedi a fianco a Te. Con questa Curva si parte sempre favoriti. Oggi l'avversario da abbattere è il Sassuolo. I fumogeni riempiono l'aria e un muro di Passione si alza mentre le Squadre entrano in campo. DOPO MILLE DELUSIONI LA STRADA SEMBRA GIUSTA. PETTI D’ACCIAIO, ASTUZIA E CORE… LA SUD E’ CON VOI! Questo recita il Cuore della Roma e dietro questo striscione si può cominciare. La voce è forte e sospinge il pallone passaggio dopo passaggio. Un lancio in avanti nell'area avversaria, il tiro e la respinta. Ormai l'azione sembra finita ma vedi la rete del Sassuolo scuotersi. Il boato di gioia riempie la Tua testa. Sei in vantaggio. 1-0. Non importa come, importa solo che sia così. Il primo tempo scivola via coro dopo coro, azione dopo azione mentre la pioggia si fa insistente. La pioggia non spegne l'atmosfera intorno a Te e ora c'è solo voglia di chiudere questa giornata. Più passano i minuti però, e più cominci a sentire che qualcosa non va. Azione in area avversaria, è fallo pensi. Arriva l'arbitro e tira fuori il cartellino. Non puoi crederci. Ora la spinta è massima, i fischi assordanti. E' la Città ora che cerca di resistere mettendo quel muro di Passione davanti alla propria porta. I Colori in alto, fino all'ultima scivolata, fino all'ultimo filo di voce. I cori sono interrotti di tanto in tanto ma la palla non vuole entrare. Poi il recupero, non finisce mai e all'ultimo lancio disperato degli ospiti si accende una mischia. La palla non esce dall'area e trattieni il respiro. Poi il tiro e gli ospiti che esultano. E' tutto fermo, non capisci. Il tabellone segna 1-1 e realizzi che ha fischiato la fine. La botta è forte. Ora cammina verso casa, sotto la pioggia che ti cade sulla testa. Non capisci ancora come sia potuto accadere. Sei bagnato, ma non abbattuto. C'era qualcuno che ti guardava sperando che... ecco, ora saranno li ad esultare, ma quando cadranno si faranno ancor più male e poi... fate quello che volete, ma ogni volta che guarderete la classifica durante le prossime due settimane vedrete sempre la stessa cosa. Roma Capitale e Capolista. E' solo la dodicesima giornata e intanto ti godi il momento. Di oggi non porterai sicuramente il ricordo del risultato e la delusione dell'ultimo secondo. Non ripenserai all'amarezza di una vittoria rubata a poco dal traguardo, ma porterai con Te l'ennesimo urlo di battaglia giunto dalla Curva Sud, voce di questa di Città. Non c'è tempo per guardarsi indietro, bisogna guardare avanti e fra due settimane tutti al proprio posto per riprenderci la vittoria che ci spetta... TREMA CHI CI SENTE NON MOLLEREMO MAI... LA ROMA SIAMO NOI... LA ROMA SIAMO NOI...


Alessandro Capone

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom