Breaking News

VISTI DALLA CURVA, Udinese-Roma 0-1

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 28-10-2013 - Ore 19:01

|
VISTI DALLA CURVA, Udinese-Roma 0-1

Oggi è importante, come sempre del resto. Per Te non ci sono esami da superare. Non c'è da dimostrare a nessuno chi siamo. C'è solo un altro avversario da battere che adesso si chiama Udinese. A Udine. Così lontana e così trasferta. Un pezzo di Roma sarà li, vicino a Suoi Colori. A dimostrare si, il Suo Amore però. Ricordi Udine l'ultima volta che ci sei stato. La nebbia, il freddo, la pioggia. Il silenzio della mattina e la gioia del ritorno di sera. Il viaggio iniziato il giorno prima e casa così lontana. Vedi che piove anche oggi e speri possa terminare come quella volta... La pioggia cade bagnando la Tua Maglia rendendo il clima ancor più da battaglia. Si parte. Cerchi di carpire i cori che arrivano da quel settore che è uno spicchio di sole in una giornata grigia. All'inizio ci credi ma ti rendi conto subito che sarà difficile. La difesa è saltata e l'attaccante bianconero entra in area. Ti fermi e osservi il diagonale. Il palo respinge e il tiro successivo è sul fondo. Speri che questo scuota i cuori e che abbia fatto capire che mantenere il distacco da chi segue intatto ci sarà da sudare e da lottare.

Si continua a soffrire e la tensione la senti nella testa. L'avversario attacca ancora e quando trova un altro varco il Tuo portiere esce come può. Trattieni il respiro per il pallonetto che segue. L'ultima scivolata disperata ti salva ancora e ricaccia indietro la paura. Questi sono i momenti che ti fanno credere che ce la puoi fare. Ripartiamo da qui è quello che pensi alla fine del primo tempo. Sei carico per il secondo e lo spirito è quello giusto. Si torna a lottare e a sudare. A correre e a contrastare. Poi una palla persa, il fallo da dietro. Pensi... no è gia ammonito. L'arbitro tira fuori il rosso. Ora in 10 è dura. Bisogna resistere. La pioggia continua a scendere ma non porta via la voglia di portare a casa anche questa partita. Contro l'avversario, contro chi ci sta guardando e spera di vederci cadere, contro la difficoltà, e ora contro il pronostico. Si prende una palla sulla Tua trequarti, la verticalizzazione e l'azione che si sposta verso la porta udinese. Il passaggio verso il centro. Tutto sembra fermarsi, anche il Tuo respiro. Poi il tocco laterale e il piatto destro in corsa. La palla va all'angolino, il portiere proteso non ci può arrivere e la rete avversaria si scrolla dall'acqua. L'urlo è liberatorio e di gioia. 1 - 0 per Te. Manca poco alla fine e adesso sei in vantaggio. Chiunque porti questi Colori nel Suo Cuore, ovunque si trovi, qualsiasi cosa stia facendo, ora è a difesa di questo risultato. Il cronometro non scorre mai e all'indicazione del recupero comincia un conto alla rovescia troppo lento.

Quando il fischio finale arriva tiri un sospiro di sollievo e gonfi il petto pieno di orgoglio. Si, è solo la nona giornata, ma ti godrai questi giorni ancora davanti a tutti, ancora con lo stesso distacco. La Tua passione è fatta di momenti e di brividi, momenti che ti fanno sentire vivo. Ecco, questo è uno di quei momenti, uno di quei brividi e nessuno te lo può togliere. Questa è fatta e Giovedi tornerai al Tuo Posto, a casa Tua per emozionarti ancora, per l'ennesima battaglia contro un avversario da abbattere. Torna a casa Roma Nostra che il sole splende sopra la capitale e acceca tutti quelli che ci guardano dal basso verso l'alto.

Alessandro Capone        

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom