Breaking News

Zanchi: "Castan? E' una situazione che si supera, ci vuole pazienza. Potrebbe tornare a giocare ad aprile"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 20-11-2014 - Ore 21:50

|
Zanchi:

Marco Zanchi, ex calciatore affetto anche lui dalla patologia del cavernoma, ha commentato la situazione di Castan, svelata dalla Roma tramite un comunicato ufficiale. Queste alcune delle sue dichiarazioni: “Mi feci operare nell’aprile 2003 e tornai in campo nel successivo mese di ottobre – ricorda Zanchi al’ANSA -: sarei potuto anche rientrare prima, ma un infortunio al ginocchio me lo impedì. Dopo l’operazione al 99,9 per cento, il problema non si ripresenta, questo va detto. Si tratta pur sempre di un’operazione alla testa e, pur essendo sfortunato, Castan ha avuto la sua buona dose di fortuna. Perché queste cose si superano. A me capitò quando giocavo nel Bologna. Ci vuole pazienza e bisogna sperare, in situazioni come questa il calcio passa in secondo piano, si pensa solo a star bene, come è capitato a me”. “Si ripresentano ciclicamente, a prima vista sembra una labirintite, con tanto di nausea – spiega - ma si può risolvere. Ricordo che, una settimana dopo l’intervento, già stavo bene. E’ chiaro che, per tornare in campo, bisogna aspettare l’ossificazione del cranio, passano tre-quattro mesi. Conti alla mano, Castan potrebbe tornare a giocare già ad aprile”. Zanchi esclude l’uso del caschetto. “Io non l’ho mai usato – fa notare -. Dopo un intervento di microchirurgia, non serve”.

Fonte: ANSA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom