Calcio Internazionale

Ancelotti: "Real favorito per la vittoria della supercoppa europea"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-08-2014 - Ore 20:26

|
Ancelotti:

L'allenatore del Real Madrid, Carlo Ancelotti, considera la sua squadra «favorita» per vincere la Supercoppa Europea ed ha aggiunto che la sua squadra ha ora «più fiducia», dopo aver vinto l'ultima Champions League. «È una partita importante, perché è una finale di una competizione internazionale. Si tratta di qualcosa di speciale perché è la prima partita dopo la Coppa del mondo a cui molti dei miei giocatori hanno partecipato. Non è facile da preparare, ma vogliamo vincere», ha sottolineato Ancelotti sulla sfida che il Real Madrid giocherà martedì contro il Siviglia a Cardiff. Ancelotti considera la sua squadra favorita, in particolare per il peso della sua storia. «Quando si gioca una finale, la si prepara per vincere e dare il meglio. Come le altre finali sarà molto difficile, anche se siamo favoriti perchè siamo il Real Madrid», ha aggiunto Ancelotti al sito del club blanco. Il tecnico italiano rispetta comunque molto il Siviglia. «È una squadra che ha fatto una buona stagione. Ha vinto l'Europa League con un gruppo di giocatori che ha lavorato bene come squadra ed ha meritato il titolo. Il Siviglia ha cambiato un pò quest'anno. Per certi versi si tratta di una squadra sconosciuta per come è impostata in questo momento perché ha perso alcuni giocatori importanti e ne ha presi altri. Staremo a vedere cosa succede» Ancelotti parla poi delle sfide che deve affrontare un allenatore in una stagione che inizia con in gioco un titolo come questo. «La stagione cambia solo perché abbiamo dovuto allungare le vacanze fino al 5 agosto per quei giocatori che erano al Mondiale. Quindi non abbiamo avuto molto tempo per preparare la partita, ma dovremo dare il massimo nel mese di agosto per cercare di preparare i migliori giocatori alla nuova stagione». Il tecnico italiano analizza anche la scorsa stagione. «Abbiamo fatto una stagione molto buona, perché abbiamo vinto la Coppa del Rey e il nostro obiettivo più importante, che per il Real Madrid era vincere la Champions League. Appena abbiamo vinto, abbiamo iniziato a rivolgere la nostra attenzione sulla stagione che sta per iniziare e i trofei a cui aspiriamo. Questa è la filosofia del Real Madrid. C'è sempre il desiderio di continuare a migliorare la storia di questo club». Sul successo in Champions, poi aggiunge: «la squadra è arrivata ben preparata per la sfida, soprattutto dal punto di vista psicologico. C'era un livello di pressione necessario ed essenziale per giocare. Non ho sentito alcuna particolare preoccupazione sul campo. La squadra non ha perso la testa, anche quando il risultato era contro di noi. Cosa mi ha colpito della mia squadra? La cosa più importante è che abbiamo mantenuto la nostra convinzione nella vittoria fino all'ultimo secondo, con grande intensità e concentrazione. Penso che questa fosse la chiave per vincere. Non ci siamo demoralizzati in nessun momento. Non c'è stato un momento in cui la squadra ha diminuito intensità e concentrazione, anche quando stavamo perdendo"  L'allenatore italiano nella scorsa stagione ha vinto la sua terza Champions League, è il quinto assoluto a riuscirci. «È stato importante per me, soprattutto perché durante la stagione abbiamo sempre avuto l'idea di vincere la 'decimà nelle nostre teste. Mi è piaciuto, è piaciuto molto al club. Fare la storia con la 'Decimà è sicuramente la vittoria più grande per qualsiasi allenatore. Non è stato un successo individuale», ha sottolineato Ancelotti. Con la nuova stagione che sta per iniziare, l'obbiettivo della squadra è quello di vincere ancora la Champions. «Nessuna squadra ha bissato il titolo nella storia. Sappiamo che sarà molto difficile. Il nostro punto di partenza è il fatto che la squadra crede più in se stessa. Ha più fiducia dopo i recenti successi. Io penso che questo ci darà qualcosa in più per la prossima edizione della Champions League. Qual è il segreto per vincere tanti titoli? Il segreto per vincere è che non ci sono segreti -ribatte Ancelotti-. È necessaria ambizione, desiderio e impegno, e nessuno di questi è un segreto»

 

Fonte: Adnkronos

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom