Calcio Internazionale

Ancora violenza in Grecia. Sospesa Aek-Olympiakos

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 12-03-2015 - Ore 17:20

|
Ancora violenza in Grecia. Sospesa Aek-Olympiakos

Come riportato dall'Ansa, il derby ateniese tra Aek ed Olympiacos, valido per i quarti di finale della Coppa nazionale, è stato sospeso per le intemperanze del pubblico (62mila spettatori, tutti di fede giallonera, ovvero dell'Aek) dopo che una rete del team del Pireo all'88' aveva portato in vantaggio per 1-0 i rivali, a quel punto qualificati. Ma, mentre i calciatori dell'Olympiacos festeggiavano il gol, un gruppo di una trentina di sostenitori dell'Aek ha invaso il campo costringendo l'arbitro a sospendere l'incontro. «Lo stadio era pieno in ogni ordine di posti, ed erano tutti tifosi dell'Aek - ha raccontato il brasiliano Leandro Salino, centrocampista dell'Olympiacos - e mentre noi festeggiavamo la rete di Jara vicino alla bandierina del corner, proprio dal settore degli spalti lì vicino è cominciata l'invasione di campo. Abbiamo notato che questi tifosi erano armati con dei bastoni e volevano aggredirci. Hanno cominciato con gli steward, e a due di loro hanno rotto il naso. I giocatori dell'Aek ci gridavano di scappare e abbiamo avuto paura nonostante sul campo fossero entrati anche molti poliziotti. Non si può più giocare in un clima del genere». Il 25 febbraio scorso, dopo gli incidenti in Panathinaikos-Olympiacos, il Governo greco del Premier Tsipras aveva ordinato lo stop di tutti i campionati professionistici di calcio, a tempo indeterminato dopo l'escalation della violenza dei tifosi. Pochi giorni dopo la decisione era 'rientratà, ma era anche stato deciso che almeno due giornate di campionato fossero disputate a porte chiuse. Ora questi nuovi incidenti in Coppa che potrebbero spingere il governo a nuove, e ancor più drastiche, decisioni.

Fonte: Ansa

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom