Calcio Internazionale

Aspettando Italia-Costa Rica con Alessandro Campagna

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 20-06-2014 - Ore 15:54

|
Aspettando Italia-Costa Rica con Alessandro Campagna

A poche ore dal fischio d’inizio della seconda partita mondiale degli Azzurri, a dire la sua è Sandro Campagna, ct di un’altra Nazionale, il Settebello, ma esperto di calcio, “Vincere oggi significherebbe arrivare 1° nel girone. Per loro. la vittoria significherebbe passare il turno, entrando nella storia. Ci metteranno entusiasmo, a noi servirà umiltà. Prandelli ha dichiarato che farà un paio di cambi rispetto al match con l’Inghilterra. Non servono grandi aggiustamenti, direi che va bene così”. Sui convocati “Selezionare i giocatori significa non dormire la notte, valutare bene le condizioni, i test fisici e psicologici. E’ la parte più brutta per un allenatore, quindi massimo rispetto per le scelte del mio collega”. Settebello impegnato nella preparazione di un match importante, ma cercherà comunque di monitorare il risultato, “Ognuno vedrà la partita in camera sua: alle 21 giocheremo con la Spagna. Sbirceremo ogni tanto la tv, ma alle 19.30 tutti in acqua per il riscaldamento”. A proposito di Balotelli, “Nel nostro gruppo c’è grande coesione e cooperazione, fattori fondamentali affinché tutto giri per il meglio. Super Mario sta ora dimostrando di sapere cosa significhi essere squadra; continuando così, potrà fare la differenza”. Buffon una volta definì Stefano Tempesti il più grande portiere della storia, non solo nella pallanuoto, “Stefano è senza dubbio uno dei migliori, ma nella pallanuoto abbiamo avuto anche Francesco Attolico (attuale team manager n.d.r.). Buffon e Tempesti vanno di pari passo anche per l’età; tornando alla generazione precedente, un Attolico vale come Dino Zoff”. 

Fonte: Francesco Moscarella-Swimbiz

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom