Calcio Internazionale

BATE Borisov dal 1996 ad oggi, abituati a vincere e sorprendere

condividi su facebook condividi su twitter Di: Davide Aprilini 28-09-2015 - Ore 10:00

|
BATE Borisov dal 1996 ad oggi, abituati a vincere e sorprendere

STORIA RECENTE - Il BATE Borisov ha scritto la storia contemporanea del calcio bielorusso, la sua fondazione risale al 1973 in piena Unione Sovietica, ma fu ricostruita nel 1996 con la nascita del campionato Bielorusso. Dal 1996 ad oggi il BATE Borisov ha vinto 11 titoli nazionali, diventando l'antagonista principale della Dinamo Minsk. Nel 2006 e nel 2010 il club ha realizzato la doppietta campionato e coppa di lega, ed è la prima squadra bielorussa nella storia ad aver raggiunto la fase a gironi della Champions League.

NUOVA MA VECCHIA CONOSCENZA – Non è la prima volta che il BATE Borisov affronta una squadra italiana. Nella stagione 2008-2009, sua prima apparizione nei gironi di Champions League, fu sorteggiata con Real Madrid, Zenit e Juventus. In entrambi gli scontri con i bianconeri, il BATE, non fu mai sconfitto: all'andata, in bielorussia, la partita terminò 2-2, in Italia 0-0. Però, per assistere alle prime vittorie del BATE Borisov in Champions League, bisognerà aspettare la stagione 2012-2013 quando i bielorussi si imposero per 1-3 sul campo del Lilla di Rudi Garcia. Il club di Borisov si ripetè nella seconda giornata sconfiggendo, con il risultato di 3-1, quelli che saranno poi i Campioni d'Europa di quell'annata: il Bayern Monaco. Il BATE Borisov non riuscì a sfruttare i primi 6 punti conquistati nel girone, ma riuscì a raggiungere il terzo posto e qualificarsi per l'Europa League, a non raggiungere tale obiettivo fu proprio il Lilla di Garcia che terminò il girone al quarto e ultimo posto.

NON SOTTOVALUTARE – I risultati storici premiano il BATE Borisov, una squadra di quarta fascia che certamente non è un club cuscinetto, avversario scomodo, roccioso e con una buona base tattica che ha permesso loro di uscire a testa alta da qualsiasi stadio europeo. L'inizio di questa edizione di Champions League non è stato confortante, il Bayer Leverkusen, dopo un inizio incerto ha spazzato via il BATE Borisov per 4-1. La rosa del BATE vanta giocatori di prestigio internazionali e vecchie conoscenze della Premier League e della Liga, su tutti: Aljaksandr Hleb. Il giocatore è una vera bandiera del calcio bielorusso, appartenente all'epoca d'oro dell'Under-21 bielorussa che sempre si è dimostrata una nazionale arcigna e fastidiosa per le nazionali più blasonate. Hleb ha iniziato la sua carriera proprio nel BATE Borisov poi il suo percorso fu incredibile, ma anche molto sfortunato: la sua grande tecnica e intelligenza tattica lo hanno portato a vestire la maglia di Stoccarda, Arsenal, Barcellona e Wolfsburg, per poi tornare a casa dopo altre esperienze decisamente secondarie.

La Roma sarà la prima avversaria casalinga del BATE Borisov nella Champions League stagione 2015-2016. La Baryasu Arena è di piccole dimensione, può contenere fino a 13.126 spettatori, numeri comunque rispettabili per lo standard bielorusso. Orfana di molti titolari, la Roma dovrà dare ulteriore prestigio al buon punto conquistato con il Barcellona; la strada per diventare grandi passa anche per Borisov.

Fonte: DAVIDE APRILINI - INSIDEROMA.COM

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom