Calcio Internazionale

Platini: "La Fifa ha bisogno di nuove idee e nuovi programmi"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 16-03-2015 - Ore 14:43

|
Platini:

"La Fifa deve cambiare, ha bisogno di nuove idee e nuovi programmi". Questo il pensiero di Michel Platini, presidente dell'Uefa, in merito alle elezioni per la presidenza della federazione internazionale in programma a Zurigo il 29 maggio. I candidati per questo incarico sono 4: Joseph Blatter, presidente uscente, che vuole mantenere la presidenza per il quinto mandato, Luis Figo, ex calciatore di Inter e Real Madrid, Michael van Praag, presidente della Federcalcio olandese ed il n.1 della federcalcio giordana, il principe Ali bin al Hussein. "Aprire un dibattito per questioni democratiche nel mondo del calcio è una bella opportunità. La Fifa ha bisogno di nuove idee e di un nuovo programma. Ci sono quattro candidati, vediamo i programmi. Ma io penso che sia importante per il calcio che ci sia un cambiamento nella Fifa", spiega Platini, rispondendo alle domande di tifosi, giocatori e allenatori sul sito ufficiale della federazione europea. Tornando sulla decisione di non presentarsi alle elezioni della Fifa, Platini sottolinea che "non ho deciso di non andare alla Fifa bensì ho deciso di restare alla Uefa. Forse non era il mio momento, c’è ancora molto da fare in Europa. Poi in futuro si vedrà"

Platini parla anche di altri argomenti che fanno molto discussione e creano dibattito in questo periodo: "Abbiamo cambiato alcune regole per migliorare il gioco ma ora dobbiamo affrontare il problema del comportamento dei giocatori e dei tifosi", aggiunge "Le Roi". "Io credo -afferma ancora- che a molta gente non piaccia il fatto che molti giocatori vadano a protestare con gli arbitri o simulino. Il comportamento dei calciatori a volte non è positivo e per questo a molta gente non piace il calcio". Infine il numero 1 dell'Uefa parla anche del comportamento che deve avere il pubblico durante le gare: "Dobbiamo essere più tolleranti, dobbiamo lavorare contro le discriminazioni, il razzismo e la violenza. Portare valori positivi sarebbe una grande vittoria per il calcio nei prossimi anni".

Fonte: ANSA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom