Calcio Internazionale

Ue, aperta inchiesta su aiuti a sette club spagnoli

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 18-12-2013 - Ore 14:37

|
Ue, aperta inchiesta su aiuti a sette club spagnoli

L'Unione europea ha confermato oggi l'apertura di un'inchiesta per determinare se la Spagna ha aiutato diversi club di calcio, tra cui Real Madrid e Barcellona, mediante finanziamenti pubblici illegali. Oltre ai due giganti del calcio spagnolo, sono sotto la lente dell'Ue anche Athletic Bilbao, Osasuna, Valencia, Hercules ed Elche, come riporta l'Antitrust dell'Unione europea. La Commissione europea ha aperto tre inchieste separate «per verificare se le diverse misure di sostegno pubblico elargite ad alcuni club di calcio professionistici spagnoli siano conformi alle norme comunitarie in materia di aiuti. La Commissione è preoccupata che queste misure abbiano in passato dato benefici significativi ai club che dovrebbero funzionare senza questo tipo di aiuti» aggiunge in un comunicato il commissario spagnolo alla concorrenza Joaquìn Almunia.

La decisione di aprire l'inchiesta è giustificata dal fatto che le società di calcio professionistiche, per finanziare i loro costi operativi, devono avvalersi di una sana gestione e non di aiuti da parte dei contribuenti. L'inchiesta cercherà di chiarire in primo luogo se il Real Madrid, il Barcellona, l'Osasuna e l'Athletic abbiano goduto di privilegi fiscali non essendo nel 1990 diventate società per azioni. «Questi quattro club sono esenti dal requisito generale che tramuta le società di calcio professionistiche in società sportive. L'effetto di tale esenzione è dato dal fatto che questi club godono di un'aliquota fiscale preferenziale del 25% anzichè del 30% applicabile alle imprese»,sottolinea l'Ue.

L'inchiesta farà luce sullo scambio di terreni tra Real Madrid e il comune della Capitale, che la Commissione ritiene molto vantaggiosa per le merengues: «Questo scambio si basa su una valutazione dei terreni del valore di 22 milioni di euro cresciuta notevolmente rispetto al valore di 595.000 euro del 1998». Infine, la Commissione esaminerà se le garanzie concesse dal governo regionale di Valencia come prestiti utilizzati per finanziare Valencia, Hercules e Elche «abbiano rispettato le regole sugli aiuti di Stato dell'Ue, in un momento in cui questi club si trovavano in difficoltà». Il ministro dell'Economia spagnolo, Luis de Guindos, oggi a Bruxelles, si dice fiducioso sul raggiungimento di una «soluzione adeguata» per quanto riguarda le indagini. «Il governo spagnolo fornirà le informazioni necessarie e alla fine penso che arriveremo ad individuare una soluzione adeguata» , ha affermato De Guindos al momento del suo arrivo alla seduta del Consiglio dei ministri dell'economia e delle finanze dell'Ue. 

Fonte: Adnkronos

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom