Calcio Internazionale

Wenger: "L'Uefa non ha più il potere di un tempo. Il Fair play finanziario non è rigoroso"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 19-05-2015 - Ore 21:40

|
Wenger:

«La Uefa non ha più lo stesso potere che aveva 10-15 anni fa, perché i club possono farle causa. Questo rende più difficile fare delle regole rigide». Arsene Wenger ha così commentato le parole del presidente Uefa, Michel Platini, che ieri ha annunciato un allentamento delle regole del Fair play finanziario. L'allenatore dell'Arsenal afferma che l'Fpf non riguarderà mai la sua squadra «perché spendiamo solo i soldi che abbiamo. Ma ci sono club che non hanno mai rispettato le sue regole e pare che ci sia stata una pressione internazionale per renderle più flessibili». Alcuni club si sono lamentati per le norme del Fair play finanziario che, secondo loro, favoriscono le squadre ricche e già consolidate, impedendo la scalata di imprenditori facoltosi in grado di immettere ingenti somme di denaro sul mercato in poco tempo. Wenger, invece, la pensa diversamente: «All'inizio mi sembrava logico e facile da applicare -sostiene- ma quando hanno voluto imporlo è stato più difficile. Ora sarebbe molto dura renderlo più rigoroso». 

Fonte: AdnKronos

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom