Calciomercato

Canovi: "Sabatini uno dei DS più bravi, Totti? Dopo la partita contro il Napoli ha convinto Pallotta"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 02-05-2016 - Ore 16:41

|
Canovi:

Dario Canovi, celebre agente di calciatori, intervenendo a Radio Radio ha parlato di alcuni argomenti relativi al pianeta giallorosso, di seguito uno stralcio delle sue parole: “La Roma si è affidata ad un tecnico non all’altezza, molto sopravvalutato. Un mio collega francese mi disse che Garcia avrebbe fatto un primo anno eccezionale, il secondo avrebbe cominciato ad avere problemi e il terzo sarebbe stato un disastro. Così è stato. A me risulta addirittura che già lo scorso anno i dirigenti della Roma avessero virato su Sarri, c’è chi parla addirittura di un contratto pronto che non vide la luce perché qualcuno dagli Stati Uniti si oppose a questa soluzione. Non dico che se Spalletti fosse arrivato ad inizio stagione la Roma avrebbe vinto lo scudetto, sicuramente però avrebbe fatto un campionato diverso. La Juventus è imbattibile, una squadra che pur partendo male ha vinto un campionato con tre giornate di anticipo. Nessun’altra squadra in Europa ha una serie così positiva. Va contro ogni pronostico. La Roma potrà dire la sua ma sarà difficile in futuro competere con questa Juventus. Non credo nemmeno che il futuro  della Roma possa dipendere dalla costruzione dello stadio. A questo proposito voglio spendere una parola in favore di uno  dei direttori sportivi più bravi e che spesso invece viene discusso: Walter Sabatini. Ogni anno viene criticato ma non fa nulla di più di quello che la società vuole dal suo direttore sportivo”. Canovi interviene anche sul rinnovo di Totti“Credo che soprattutto dopo la partita con il Napoli la dirigenza giallorossa abbia capito che rinnovare il contratto a Francesco non sia solo un fatto di merchandising, di magliette vendute o dell’amore del pubblico. I 5 punti delle ultime partite e i soldi della Champions sono merito suo. Totti non deve elemosinare un contratto, credo che se lo meriti e sono certo che il presidente se ne sia convinto. Nella partita con il Napoli gli ho visto fare delle cose da grande campione, negli ultimi dieci minuti la Roma ha avuto più occasioni da gol di quante non ne abbia avute in ottanta minuti. Il contratto a Totti va fatto non per quello che ha dimostrato nel passato ma per quello che ha dimostrato in queste ultime partite”.

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom