Calciomercato

Da Gyomber a Umtiti, il dopo Romagnoli rivoluziona la difesa

condividi su facebook condividi su twitter Di: Davide Aprilini 12-08-2015 - Ore 11:54

|
Da Gyomber a Umtiti, il dopo Romagnoli rivoluziona la difesa

Romagnoli è andato e l'eroe del derby, Mapou Yanga-Mbiwa, è sulla via del ritorno in Francia, destinazione OL. Nelle ultime ore, come solito accade durante il mercato, impazza il toto-difensore: chi sostituirà la coppia centrale di riserva della Roma? Sommata ai terzini come cambierà la difesa della Roma

NODO CENTRALI – Partiamo dal quarto difensore, ipoteticamente Gyomber del Catania. Il giocatore potrebbe essere acquistato in poche ore, da vedere se come pedina di scambio o effettivamente come quarto difensore. Scetticismo intorno all'Under-21 Slovacco, che nell'ultima stagione a Catania ha disputato solo 8 partite, poi fermato da un fastidioso infortunio che lo ha reso lungodegente. Nonostante tutto, le sue qualità fisiche, la grande rapidità e il senso di posizione lo hanno reso un temibile avversario nel giro delle Under-21 e in Serie B aveva già conquistato gli etnei. Gyomber, qualora non venisse utilizzato come pedina di scambio (forse per arrivare a Bruno Peres del Torino), spalancherebbe le porte ad un terzo grande nome per il reparto centrale su cui investire un buon tesoretto: Garay il più nominato ma stando alle recenti voci di mercato, che rimbalzano sul web, l'argentino sarebbe destinato a raggiungere Otamendi al Valencia. Allora tornano di moda vecchie fiamme di Rudi Garcia, due su tutti: Mamadou Sakho e Samuel Umtiti. Il primo è chiuso dalla coppia titolare del Liverpool Skrtel-Lovren; il secondo, più difficile, potrebbe essere chiesto dai giallorossi in seguito alla trattativa che porterà Yanga-Mbiwa a Lione in cambio di circa 9 milioni di euro + 1 di bonus (trattative non legate). Nominati anche Ranocchia e Vermaelen. Difficile ipotizzare che il capitano neroazzurro possa lasciare l'Inter per raggiungere la Capitale. In secondo luogo sarebbe un investimento importante dalle prestazioni altalenanti, logico pensare che sarebbe quasi convenuto tenersi Astori. Thomas Vermaelen rappresenta invece una trattativa difficile solo da intavolare: il Barcellona si libererà, probabilmente, di Bartra e Mascherano (a proposito, tenetelo d'occhio), dunque vendere un altro centrale significherebbe dover mettere mano al portafoglio e sottrarre fondi che andrebbero piacevolmente destinati in altri ruoli. Kurt Zouma è invece un altro francese più che gradito da Rudi Garcia. Se il costo dell'operazione non si rivelasse troppo alta la Roma potrebbe ottenere dal Chelsea il via libera per le trattative. Fondamentale capire cosa farà Stones dell'Everton, il giovane centrale inglese potrebbe approdare alla corte di Mou liberando così il centrale francese. Concludendo la situazione legata ai centrali difensivi è stato fatto il nome di Medhi Benatia. Il marocchino tornerebbe con estremo piacere alla Roma, ma Sabatini non ha ancora mandato giù il comportamento del suo 'menestrello' e l'addio doloroso con la piazza, senza contare che il solo Benatia potrebbe costare intorno ai 22 milioni di euro ma soprattutto è considerato extracomunitario e la Roma ha terminato gli slot, quindi impossibile un suo arrivo; stesso discorso per Abdennour. Laporte dell'Athletic Bilbao rimane una suggestione, seppur offerto dal club basco.

TERZINI – Capitolo più scontato rispetto al ruolo del centrale difensivo che con l'arrivo di Digne, atteso nella Capitale nelle prossime ore, la fascia sinistra sembra sistemata, mentre a destra si continua a spingere per Bruno Peres, da valutare le situazioni legate a Maicon e Torosidis, entrambi possibili partenti. La Roma di Garcia assumerà ben presto una fisionomia chiara e un 11 titolare finalmente competitivo in ogni ruolo.

TESORETTO - La Roma con gli incassi della Champions League e le cessioni, ai limiti dell'incredibile, ha ancora un buon tesoretto. Una parte servirà per il bilancio e il Financial Fair-Play, ma buona fetta del bottino continuerà ad essere investita, senza fare troppi calcoli, Sabatini si sta sbizzarrendo e continua a lavorare insonne sul mercato.

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom