Calciomercato

Luglio alle porte, il mercato della Roma entra nel vivo

condividi su facebook condividi su twitter Di: Davide Aprilini 30-06-2016 - Ore 12:33

|
Luglio alle porte, il mercato della Roma entra nel vivo

Quanti nomi, quanti valzer dai difensori ai centrocampisti, arrivando al reparto offensivo. Ad oggi le ufficialità sono la cessione di Pjanic e l'arrivo di Gerson e Alisson. Prossime invece le partenze di Adem Ljajic, Iago Falque e Seydou Doumbia. Per il primo c'è da trovare l'accordo col Torino, nelle ultime ore la trattativa si è arenata per le richieste del serbo che non possono coabitare col tetto ingaggio fissato da Urbano Cairo; l'ex Genoa invece è praticamente accasato a Torino e infine Seydou Doumbia sarà probabilmente il sostituto di Bree Donald Embolo al Basilea, nel campionato svizzero. A questi potrebbe facilmente aggiungersi Leandro Castan, il centrale brasiliano ha quasi trovato l'accordo con la Sampdoria. Archiviate le cessioni, dolenti e meno, ormai Luglio è alle porte e da domani il mercato giallorosso entrerà nel vivo. Dopo i tanti nomi fatti per ogni reparto, la lista inizia a restringersi. Tra le varie fantasie fuori budget su cui i media si sono divertiti, vedi Ibra o Umtiti, la Roma è alla caccia di due terzini sinistri, due difensori centrali e un terzino destro. Poi si penserà a far quadrare i numeri a centrocampo e qualora si presentassero occasioni non è da escludere un intervento nel reparto offensivo per rimpiazzare Dzeko.

 

GRANA TERZINI – A sinistra il nome in cima alla lista è certamente Mario Rui, il terzino dell'Empoli è l'indiziato numero uno, nonostante la frenata percepita nelle ultime settimane. Difficile trovare l'accordo per Lucas Digne, sembra non bastare la volontà del calciatore per far crollare il cartellino. L'agente ha assicurato soltanto che il suo assistito non giocherà nel PSG la prossima stagione. A destra sembra imminente l'arrivo di Pablo Zabaleta, l'esperto terzino argentino del Manchester City arriverà a Roma con un triennale da 2,5 milioni di euro a stagione.

 

CENTRALI DIFENSIVI – L'unico punto fermo è Kostas Manolas. Intorno a lui la difesa è da ristrutturare. Il grave infortunio di Rudiger e la cessione di Castan mette in lista entranti ben due centrali difensivi. Il camerunense N'Koulou andrà al Lione, non ha convinto gli addetti ai lavori della Roma sia per affidabilità fisica che per il suo status di extracomunitario. Martìn Caceres potrebbe svincolarsi dalla Juventus a parametro zero, per la Roma è una buona occasione, l'uruguayano sa adattarsi anche come terzino destro, tale duttilità è un dettaglio da non sottovalutare. Il nome di Caceres si è spento nelle ultime settimane, ma terminato il campionato era un nome fortemente accostato alla retroguardia giallorossa. La concorrenza attualmente proviene dai club milanesi e dal Galatasaray. Vermaelen, il difensore belga del Barcellona è un obiettivo reale e sensibile, da accordarsi per il prestito e l'ingaggio del giocatore che attualmente guadagna 4 milioni a stagione, una cifra consistente. Il sogno rimane Medhi Benatia, il marocchino vuole andare via dal Bayern Monaco ma su di lui ci sono anche Inter e Juventus. Sembra che il Bayern lo voglia cedere solo a titolo definitivo e non gradirebbe una soluzione in prestito.

 

SOSTITUIRE MIRALEM PJANIC – L'erede del bosniaco, considerato l'indiziato numero uno, è Georginio Wijnaldum del Newcastle United. Se i 'Magpies' inizialmente chiedevano cifre spropositate, ora il prezzo del cartellino è notevolmente sceso, anche se si parla di circa 18 milioni di sterline. La Roma monitora attentamente il giocatore che vuole cambiare aria e non è interessato a militare una stagione nella seconda serie inglese. Suggestione mediatica è certamente Isco, difficile però un suo approdo in giallorosso, altrettanto per la ventata d'aria fresca indirizzata su Kovacic. Per quanto riguarda Amadou Diawara del Bologna, attualmente il diciottenne di proprietà del club felsineo è indirizzato a cambiare campionato, destinazione Liga: Valencia. La Roma resta comunque alla finestra.

 

ATTACCO – Difficile qualche operazione in attacco, a più riprese è stato confermato Edin Dzeko, sia dall'allenatore che dalla dirigenza. Iturbe e Sanabria potrebbero essere considerati due acquisti qualora Luciano Spalletti venisse convinto dai paraguayani durante la preparazione estiva. Il primo potrebbe essere una pedina utile in virtù del fatto che Salah a Gennaio partirà per la Coppa d'Africa, mentre il secondo ha fatto passi da gigante nel suo primo anno da titolare in Liga.

Le suggestioni proposte dai media sono molte, ma attualmente di nomi e indiziati reali sono veramente pochi. Walter Sabatini ci ha abituato a colpi di scena e nomi last-minute nemmeno mai considerati dalla stampa. In un'estate iniziata malissimo, a livello ambientale, complice anche la partenza alla Juventus di Pjanic e le mire di giornalisti e utenza tra programmi tv, radio e social, il mercato della Roma entrerà finalmente nel vivo.

Fonte: APRILINI DAVIDE - INSIDEROMA.COM

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom