Calciomercato

Presidenti "difficili" sulla strada della Roma

condividi su facebook condividi su twitter Di: Federico Paolini 21-06-2013 - Ore 14:45

|
Presidenti

La Roma e il mercato. Benatia e Nainggolan. Oltre alle ottime qualità, questi due giocatori sono accomunati da un altro aspetto. Entrambi sono di proprietà di società che hanno presidenti con cui è difficile trattare. 

Ovviamente, senza soldi, è complicato trattare con chiunque. Ma i soldi in questo caso ci sono, anche se uno come Pozzo è abituato a tirare parecchio la corda. Gli affari fatti dall'Udinese sono ormai storia. Basti pensare ai 36 milioni (più bonus) incassati per Alexis Sanchez dal Barcellona. Un ottimo giocatore, che però non si è imposto in blaugrana.

Per questo, e per altri motivi, la trattativa per avere Benatia in giallorosso non è ancora conclusa. Il problema sono le contropartite, ma c'è da sospettare che anche il conguaglio economico non soddisfi i Pozzo. 

Discorso a parte per Nainggolan. I rapporti tra la dirigenza giallorossa e Cellino sono ai minimi storici, dopo i fatti di Cagliari-Roma. Non sarà facile sviluppare una trattativa equilibrata tra le due società, e molto probabilmente si dovrà rischiare di perdere un giovane importante come Romagnoli. Si,  perchè la comproprietà non è sempre garanzia di permanenza. 

Fatto sta che, per ora, il mercato giallorosso non è ancora decollato. Nessuna certezza sull'esito positivo della trattativa Nainggolan, considerando anche le concorrenti importanti. C'è da pensare positivo per Benatia, ma ancora non possiamo vederlo con la maglia giallorossa in mano. 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom