Comunicati Ufficiali

La decisione del giudice sportivo

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 16-12-2014 - Ore 15:30

|
La decisione del giudice sportivo

Ecco le decisioni del Giudice Sportivo in merito alla 15a giornata del campionato di Serie A - In rilievo il post match della sfida tra il Genoa e la Roma, mano pesante per alcuni giocatori della rosa giallorossa, ecco nel dettaglio i provvedimenti del giudice Tosel:

lI Giudice sportivo, ricevuta dal Procuratore federale rituale segnalazione ex art. 35, n. 1.3 (a mezzo fax pervenuto alle ore 12.02 del 15 dicembre 2014) in merito al comportamento tenuto al 48° minuto del secondo tempo dal calciatore Diego Perotti (soc. Genoa) nei confronti del calciatore Holebas Jose Lloyd (soc. Roma); acquisite ed esaminate le relative immagini televisive (Sky), di piena garanzia tecnica e documentale; osserva: le immagini televisive documentano che, nella circostanza segnalata, il calciatore genoano, nell’affollata area di rigore avversaria, mentre il pallone veniva calciato al di fuori dell’area stessa, con un repentino movimento della gamba sinistra colpiva da tergo con un calcio la coscia destra del calciatore giallo-rosso, che si accasciava dolorante al suolo. Pochi attimi dopo, l’Arbitro decretava la fine della gara senza adottare alcun provvedimento disciplinare in quanto, come dichiarato su richiesta di questo Ufficio (con mail pervenuta alle ore 12.42 del 15 dicembre 2014), il segnalato comportamento “non era stato visto” dagli Ufficiali di gara. Il gesto compiuto dal Perotti, del tutto avulso dal contesto agonistico per la distanza dal pallone a cui si trovavano entrambi i protagonisti, integra inequivocabilmente, per l’evidente volontarietà e l’energia impressa, gli estremi della “condotta violenta” sanzionata ex art. 19, n. 4 lettera b) CGS, connotata, per consolidato orientamento interpretativo, dall’intenzionalità e dalla potenzialità lesiva. Ne consegue l’ammissibilità della “prova televisiva” e la sanzionabilità del segnalato comportamento, che appare equo quantificare nella misura indicata nel dispositivo. P.Q.M. delibera di sanzionare il calciatore Diego Perotti (soc. Genoa), in relazione alla segnalazione del Procuratore federale, con la squalifica di tre giornate effettive di gara.

Gara Soc. GENOA – Soc. ROMA

Il Giudice sportivo, premesso che: nella rituale relazione concernente la gara in oggetto, i collaboratori della Procura federale hanno, tra l’altro, riferito che:

1) al termine della gara, mentre le squadre e gli Ufficiali di gara procedevano al rientro negli spogliatoi, dalla tribuna sovrastante l’ingresso negli spogliatoi stessi, numerosi sostenitori del Genoa effettuavano un nutrito e prolungato lancio di oggetti di varia natura (bottigliette, monete, accendini e così via) all’indirizzo dei calciatori della Roma e degli Ufficiali di gara (nonché degli stessi collaboratori della Procura federale), con concreto pericolo per la loro incolumità; 104/294

2) nell’uscire dal recinto di giuoco, il calciatore giallo-rosso Holebas Jose Lloyd indirizzava platealmente al pubblico un gesto provocatorio ed insultante;

3) al rientro negli spogliatoi, il coordinatore degli stewards in servizio nello stadio dichiarava: “al termine della gara mentre insieme ai miei collaboratori tiravo fuori il tunnel di protezione dell’ingresso spogliatoi, venivo aggredito dal tecnico della Roma Rudi Garcia il quale strattonandomi provava a tirarmi uno schiaffo verso il viso, che schivavo senza essere colpito. Subito dopo il sig. Garcia veniva allontanato da persone li presenti. Contemporaneamente un signore con addosso la tuta della Roma a me ignoto strattonava me ed un mio collaboratore, attingendoci anche con uno sputo che colpiva me stesso all’altezza del viso”. Tale dichiarazione trovava un puntuale riscontro nelle analoghe dichiarazioni rese da altri due stewards:

4) successivamente, i collaboratori della Procura federale, al fine di procedere ad una ricognizione fotografica onde identificare il responsabile del deplorevole gesto, richiedevano agli accompagnatori ufficiale della squadra romana di esibire le “tessere di riconoscimento” dei tesserati presenti, ma tale richiesta veniva respinta dichiaratamente “per ordine del direttore generale della Soc. Roma”.

La rilevanza disciplinare di tali comportamenti non necessita di ulteriori considerazioni. P.Q.M. delibera di sanzionare la Soc. Genoa con l’ammenda di € 30.000,00 e diffida per la condotta violenta dei propri sostenitori ex art. 14 CGS; entità della sanzione attenuata ex art. 13 n. 1 lettere a) e b) per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza;

delibera di sanzionare il calciatore Holebas Jose Lloyd (Soc Roma) con la squalifica per una giornata effettiva di gara, per aver rivolto platealmente al pubblico un gesto insultante;

delibera di sanzionare l’allenatore Rudi Garcia (Soc Roma) con la squalifica per due giornate effettive di gara, per condotta aggressiva e intimidatoria nei confronti di uno steward;

delibera di sanzionare la Soc. Roma con l’ammenda di € 20.000,00, per avere suoi collaboratori omesso di ottemperare ad una legittima richiesta formulata dai collaboratori della Procura federale per esigenze istruttorie; manda al Procuratore federale affinchè disponga gli opportuni accertamenti onde individuare l’autore dello sputo che ha attinto il volto dello steward.

CALCIATORI NON ESPULSI
SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

ASTORI Davide (Roma): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).

PJANIC Miralem (Roma): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).

PRIMA SANZIONE

YANGA MBIWA Mapou Nzapali (Roma)

4) successivamente, i collaboratori della Procura federale, al fine di procedere ad una ricognizione fotografica onde identificare il responsabile del deplorevole gesto, richiedevano agli accompagnatori ufficiale della squadra romana di esibire le “tessere di riconoscimento” dei tesserati presenti, ma tale richiesta veniva respinta dichiaratamente “per ordine del direttore generale della Soc. Roma”. La rilevanza disciplinare di tali comportamenti non necessita di ulteriori considerazioni.

P.Q.M.

delibera di sanzionare la Soc. Genoa con l’ammenda di € 30.000,00 e diffida per la condotta violenta dei propri sostenitori ex art. 14 CGS; entità della sanzione attenuata ex art. 13 n. 1 lettere

a) e b) per avere la Società concretamente operato con le Forze dell'Ordine a fini preventivi e di vigilanza; delibera di sanzionare il calciatore Holebas Jose Lloyd (Soc. Roma) con la squalifica per una giornata effettiva di gara, per aver rivolto platealmente al pubblico un gesto insultante;delibera di sanzionare l’allenatore Rudi Garcia (Soc.Roma) con la squalifica per due giornate effettive di gara, per condotta aggressiva e intimidatoria nei confronti di uno steward;delibera di sanzionare la  Soc. Roma con l’ammenda di € 20.000,00, per avere suoi collaboratori omesso di ottemperare ad una legittima richiesta formulata dai collaboratori della Procurafederale per esigenze istruttorie; manda al Procuratore federale affinchè disponga gli opportuni accertamenti onde individuare l’autore dello sputo che ha attinto il volto dello steward.

LEGGI COMUNICATO ORIGINALE

 

Fonte: legaserieA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom