Infermeria

Lazio, Biglia out: salta la Sampdoria

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 12-05-2015 - Ore 19:00

|
Lazio, Biglia out: salta la Sampdoria

Due notizie positive nello stesso giorno, la Lazio non riesce proprio ad averle. Quella positiva: Stefan De Vrij (che nel pomeriggio, al Foro Italico, ha assistito con Felipe Anderson al match di Djokovic e Almagro) si è rivisto in campo. Per l'olandese, lavoro con il pallone e allunghi lungo una fascia. Sensazioni positive, che i prossimi tre allenamenti dovranno confermare: sabato sera, a Genova, la Lazio non avrà gli squalificati Marchetti e Mauricio e Pioli ha disperato bisogno del rientro del suo pilastro in difesa.

BIGLIA K.O. — La notizia negativa è invece arrivata dalla Clinica Paideia, dove quattro giocatori si sono recati per accertamenti: nessuna lesione per Novaretti e Cataldi, miglioramenti per il polpaccio di Lulic, tegola per Lucas Biglia. Gli esami svolti dall'argentino hanno evidenziato "i postumi di un trauma distorsivo al ginocchio destro, a causa del quale l'atleta dovrà osservare un periodo di riposo assoluto per i prossimi sette giorni, al seguito dei quali verranno effettuati nuovi esami strumentali". Dopo il problema alla caviglia accusato prima di Juve-Lazio che lo aveva tenuto fuori tre settimane, stavolta il ginocchio: Pioli incrocia le dita per il derby.

LOTITO — Oggi, 12 maggio, ricorre il 41° anniversario del primo scudetto biancoceleste. Il presidente Claudio Lotito ha voluto ricordare quella squadra: "Si trattò di un’impresa impensabile fino a quel momento, compiuta da un gruppo straordinario, guidato da un tecnico straordinario, qual era Tommaso Maestrelli. In particolare, oggi, il mio ricordo va a quei giorni memorabili: ci restano tre incontri difficilissimi nel cammino compiuto quest’anno, abbiamo la possibilità di concretizzare il sogno Champions come nessuno si sarebbe mai aspettato a inizio stagione e l’opportunità di giocarci finale di Coppa Italia e Supercoppa. Ce la metteremo tutta, questo è certo. Sono convinto che la squadra tutta, lo staff tecnico e l'allenatore Pioli sapranno raccogliere quello stesso spirito del ’74 ed affrontare ogni singolo incontro con umiltà, spirito di gruppo, spirito di sacrificio, e forte determinazione con cui 41 anni fa approdammo alla vittoria, per ottenere oggi il massimo”.

 

Fonte: Gazzetta.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom