Infermeria

TRIGORIA, Il punto sull'infermeria: Benatia, Borriello e Gervinho pronti per il Cagliari. Possibile la convocazione di Destro

condividi su facebook condividi su twitter Di: Vincenzo Nastasi 17-11-2013 - Ore 15:18

|
TRIGORIA, Il punto sull'infermeria: Benatia, Borriello e Gervinho pronti per il Cagliari. Possibile la convocazione di Destro

Dal 19 ottobre scorso, quando Totti e Gervinho hanno dato forfait nella gara contro il Napoli, la Roma di Garcia ha ottenuto, contando anche la sfida contro i partenopei, 11 punti sui 15 disponibili. L’assenza congiunta di due dei titolari più importanti del gruppo messo su dal tecnico francese ha influito quindi più sul gioco che sui punti portati a casa. La Roma non ha mai perso, ma ha ridotto in maniera significativa il numero di gol segnati. Troppo importanti la classe di Totti e la velocità di Gervinho per non avere ripercussioni sull’efficacia del sistema di gioco ed è per questo che, nonostante le perdite contenute, i recuperi avviati la scorsa settimana danno finalmente un po’ di respiro a Rudi Garcia.

DIFESA – Uno dei reparti che meglio ha funzionato in questo inizio di stagione è stato sicuramente quello arretrato. La quadratura trovata con la coppia Castan-Benatia ha infatti garantito alla Roma delle prestazioni difensive di altissimo livello. Solo le diffide, e le successive squalifiche, hanno infatti fermato questo trend, al punto che le assenze di Castan contro il Torino e di Benatia contro il Chievo (la costante è stata il subentrante Burdisso) hanno fatto incassare alla Roma in due gare più gol di quanti erano stati incassati da inizio campionato. Contro il Cagliari, scontate le squalifiche, tutto dovrebbe tornare come prima. Benatia infatti, alle prese con un lieve problema al polpaccio, è avviato verso il completo recupero e da martedì dovrebbe tornare a lavorare col gruppo.

ATTACCO: RECUPERANO BORRIELLO E GERVINHO – Le altre buone notizie per Garcia arrivano dall’attacco. Marco Borriello, che contro il Sassuolo aveva fatto temere al tecnico francese l’ennesima defezione nel reparto offensivo, ha scongiurato la lesione alla caviglia. Sul finire della settimana si è quindi dedicato al lavoro differenziato in campo e in palestra e sarà a disposizione per lunedì 25 alla ripresa del campionato.
Altro recupero ormai decisamente completato è quello di Gervinho. L’ivoriano, che aveva riportato un problema con interessamento miotendineo del retto femorale sinistro nella sfida contro il Napoli del 19 ottobre, stava diventando un vero e proprio caso. Il suo rientro, che doveva verificarsi solo qualche giorno dopo, si è invece protratto, tanto che contro il Sassuolo era stato convocato ma non utilizzato. Dopo la gara giocata con la sua nazionale contro il Senegal ieri sera però – 80’ minuti in campo e un cartellino giallo – Garcia può tirare un sospiro di sollievo: contro il Cagliari ci sarà, e dal primo minuto.

DESTRO IN RAMPA DI LANCIO – La vera novità della settimana di sosta è però Mattia Destro. L’attaccante ex Siena, al centro di una vera e propria telenovela iniziata sul finire dello scorso gennaio (quando incorse nella lesione del menisco), sembra ormai davvero a un passo dal rientro. Dopo tanti mesi di inattività (intervallati dall’impiego nella finale di Coppa Italia del 26 maggio e dall’Europeo Under 21), il talento marchigiano è finalmente tornato ad allenarsi stabilmente con il gruppo, senza più quelle fastidiose applicazioni di ghiaccio sul ginocchio. La forma migliore è ancora lontana, ma la pausa per le nazionali potrebbe regalargli almeno la soddisfazione della convocazione per la gara contro il Cagliari. Per uno che la scorsa stagione, pur sapendo di non poter giocare, si fece convocare per Palermo-Roma solo per stare vicino al gruppo, vuol dire tanto.

TOTTI – Per il capitano invece, bisognerà aspettare ancora un po’. Come Gervinho, Totti ha dato forfait il 19 ottobre scorso al minuto 33’ della gara contro il Napoli. Per lui una lesione miotendinea e muscolare degli ischiocrurali, che probabilmente lo riconsegnerà a Garcia non prima del giorno dell’Immacolata, data della sfida contro la Fiorentina.
Il capitano, che ha preferito sottoporsi alle cure del prof. Mariani e della clinica Villa Stuart, si è sottoposto nelle scorse settimane a controlli ogni 7 giorni e a terapie con i fattori di crescita. La sensazione dei medici della clinica, secondo quanto appreso dalla redazione di InsideRoma.com, si è basata sulla possibilità che la lesione non fosse altro che una ricaduta di un precedente infortunio, con conseguente accorciamento dei tempi di recupero. Nell’ultima settimana comunque, il capitano è tornato a correre. In settimana, ulteriori controlli con Mariani chiariranno i tempi per rivederlo in campo in piena forma.

Fonte: Vincenzo Nastasi - InsideRoma.com

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom