La Squadra

Conferenza Mario Rui, Baldissoni: "Acquisto richiesto espressamente da Spalletti". Il portoghese: "Mi hanno messo tutti a mio agio da subito" (FOTO)

condividi su facebook condividi su twitter Di: Davide Aprilini 16-07-2016 - Ore 12:55

|
Conferenza Mario Rui, Baldissoni:

DAL NOSTRO INVIATO A PINZOLO DAVIDE APRILINI - Conferenza stampa di presentazione per Mario Rui. Al termine del primo allenamento mattutino, il terzino ex Empoli si presenta in sala stampa per rispondere alle domande dei presenti e presentarsi ufficialmente al mondo Roma. Il portoghese è già stato protagonista di alcuni eventi qui a Pinzolo come la serata dedicata ai tifosi al Paladolomiti di Piazza San Giacomo o alcune sessioni di autografi al Fan Village e al Roma Store. Queste le sue dichiarazioni alla stampa: 


Baldissoni: “Buongiorno a tutti, siamo oggi qui per presentare un acquisto che in realtà è arrivato prima del ritiro, lo presentiamo un'altra volta Mario Rui Silva Duarte, 188 partite da professionista di cui 70 in Serie A, oltre a più di 50 presenze nelle giovanili del Portogallo, un giocatore che si è distinto per essersi distinto nella classifiche di rendimenti. È stato richiesto espressamente da Spalletti, che lo ha seguito per sei mesi”.

 

DOMANDE A MARIO RUI

Che momento è questo?
"Sono molto contento, i compagni mi hanno subito messo a mio agio e per questo li ringrazio".

Com'è stato affrontare la Roma?
"Mettevano difficoltà a chiunque, quando ero a Empoli abbiamo molto sofferto, era bello giocare contro questi campioni che hanno".

La vittoria del Portogallo agli Europei?

"Noi siamo un paese molto piccolo, non potete immaginare la gioia, a livello internazionale non abbiamo vinto nulla ed è stato un movimento fantastico, spero di poter rappresentare un giorno il Portogallo".

 

Sei consapevole che sei il titolare della fascia sinistra?
"Se la Roma mi ha preso ci sarà un motivo, sono consapevole delle mie qualità, con l'aiuto dei compagni possiamo fare bene".

 

Spalletti ti ha spiegato le differenze rispetto al tuo modo di giocare all'Empoli?
"Non penso cambierà tantissimo, stiamo lavorando più o meno allo stesso modo, non devo dimenticare la fase difensiva, essendo alla Roma avremo molto più possesso palla e spingere di più".

 

Sei d'accordo con le parole di Strootman?
"Sì, possiamo fare bene, quando giocheremo contro la Juventus giocheremo come fosse una finale e tutto può accadere. Cosa ha convinto Spalletti a prendermi? Chiedete al mister".

State lavorando con il mister su alcune situazioni per aiutare Dzeko?
"Stiamo dando continuità su un lavoro iniziato in ritiro e ci basiamo su questo, poi magari più avanti ci alleneremo su altre cose".

 

Su quale caratteristica devi migliorare? Occasione più grande della tua carriera?
"Posso migliorare su tutto, ho 25 anni, migliorerò su ciò che devo migliorare. Negli ultimi anni non mi sarei mai aspettato la chiamata della Roma, è l'occasione della vita".

 

Ti senti seguito dal Portogallo?
"Non ho parlato con la Federazione, io penso a far bene con la Roma poi se arriva la chiamata del ct bene, altrimenti continuerò a lavorare".

 

Credi di avere dei punti in comune con Digne?
"Non mi piace fare paragoni, lui ha fatto la sua storia qui e io cercherò di fare meglio".

 

Qualcuno ti ha parlato del derby?
"Non solo Skorupski e Paredes con i quali ho giocato a Empoli, me ne hanno parlato un po' tutti, è un qualcosa che si respira subito, so che è molto sentito e molto importante".

 

 

Fonte: DAL NOSTRO INVIATO A PINZOLO DAVIDE APRILINI

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom