La Squadra

Roma-Carpi, Sala stampa. Garcia: "E' una vittoria di Pirro: speriamo di non aver perso tre giocatori in una gara". Castori: "Stasera non siamo stati il vero Carpi"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 26-09-2015 - Ore 20:39

|
Roma-Carpi, Sala stampa. Garcia:

Ecco le parole dei due tecnici al termine di Roma-Carpi, direttamente dalla sala stampa dell'Olimpico.

GARCIA

Cosa intendeva dire quando si lamentava di aver dovuto fare tre cambi in cinquanta minuti?
Nulla. E' imputabile solo alla sfortuna. Speriamo che quelli che si sono infortunati non abbiamo riportato gravi conseguenze. Speriamo di recuperare Florenzi e Iago Falque per la Champions ma valuteremo domani.

C'è un po' amarezza per gli infortuni e per il gol preso?
Sicuramente c'è amarezza per gli infortuni ma dobbiamo fare i conti anche con questo. Stasera abbiamo prodotto un buon gioco e abbiamo cancellato quei piccoli errori che ci avevano condannato contro la Sampdoria. Oggi ci sono però anche delle note positive: Vainqueur che entra bene, il gol di Digne su cross di Maicon, il rigore parato da De Sanctis, cinque giocatori diversi che vanno in gol. Speriamo solo di non aver perso tre giocatori in una sola partita.

Se lo aspettava così forte Vainqueur?
Lo conoscevo. E' arrivato l'ultimo giorno di mercato e non aveva fatto una vera e propria preparazione. E' entrato un po' timido ma poi si è ripreso e ha aiutato anche in fase difensiva.

Se Dzeko dovesse mancare, è preoccupato di non avere un calciatore con le sue stesse caratteristiche?
Se dovessero mancare sia lui che Totti, li sostituiremmo con quelli che abbiamo. Certo sono un po' più leggeri, ma dobbiamo adeguarci.

Qual è la cosa migiore vista stasera?
Non era una partita semplice. Il Carpi ha pareggiato con il Napoli la settimana scorsa. E' stato importante fare il primo gol e abbiamo continuato ad attaccare. Sono un po' arrabbiato per il gol preso, perché lo potevamo evitare. Il Carpi non si è arreso e non sono sorpreso del pareggio contro il Napoli. La vittoria quindi vale perché è stata ottenuta contro una squadra che non molla mai.

Cosa ci può dire di Gervinho e Iturbe?
Manuel ha fatto alcune cose buone dall'inizio della stagione. Ha sempre fatto le cose con qualità. La scelta di preferire Gervinho è dovuta al fatto che con una difesa schierata, lui è in grado di saltare l'uomo. Mentre Iturbe ha più difficoltà. Gervinho ha fatto 18 mesi buoni, poi è calato solo dopo la Coppa d'Africa. Oggi ha fatto bene sia sul piano offensivo che sul piano difensivo, facendo quello che di solito debbono fare i giocatori che vanno in campo.

 

CASTORI

Se Borriello avesse segnato nella prima occasione avuta, probabilmente sarebbe stata una partita diversa?
Stasera non eravamo il vero Carpi. Non avevamo la stessa tenuta mentale delle scorse partite, ma abbiamo pagato il fatto di aver incontrato tre grandi squadre in sei giorni. Stasera abbiamo giocato davvero al di sotto delle nostre possibilità.

Delle grandi che avete incontrato, chi può davvero lottare per il titolo?
Stasera la Roma l'ho vista bene, ma è difficile dire dove iniziano i meriti di una squadra e dove finiscono i demeriti dell'altra. Contro il Napoli abbiamo fatto un partitone, mentre stasera non c'eravamo. L'Inter è più quadrata, mentre forse la Fiorentina è un po' indietro.

Siete stati un po' nervosi dopo aver subito il gol?
Se si riferisce al rigore, conta davvero poco. In realtà stasera ho visto i ragazzi un po' scarica fin dall'inizio e mi ci metto anche io come artefice. E' difficile per una squadra come il Carpi mantenere alto il livello della tensione quando incontri in sei giorni tre squadroni del genere. Noi viviamo sul filo della tensione, che ci consente spesso di fare gare al di là delle nostre possibilità. Quando manca questa, è chiaro che non rendiamo.

Stasera non avete gettato il cuore oltre l'ostacolo, come aveva anticipato nei giorni scorsi. Perché ha cambiato Borriello?
Stasera non abbiamo dimostrato quello che siamo. Stasera non siamo stati il Carpi. Siamo abituati ad aggredire sempre e quando giochi contro tre grandi squadre è difficile farlo. Borriello a venti minuti dalla fine era anche anche abbastanza affaticato e comunque credo che il processo di crescita sia a buon punto.

Fonte: Dal nostro inviato allo Stadio Olimpico - Vincenzo Nastasi

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom