La Squadra

Roma - Feyenoord, Sala Stampa. Garcia: "Non dobbiamo perdere la fiducia in noi stessi. Il problema è psicologico". Rutten: "Il pareggio è un ottimo risultato"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 19-02-2015 - Ore 21:15

|
Roma - Feyenoord, Sala Stampa. Garcia:

Le parole dei due tecnici in sala stampa al termine di Roma-Feyenoord:

 

RUTTEN

Ha qualcosa da dire sugli episodi verificatisi in città ad opera dei vostri tifosi?
Non sono al corrente dei dettagli, quindi mi astengo dal commentare. Preferisco concentrarmi sulla partita e lasciare a chi deve prendersele le responsabilità di commentare quanto accaduto.

Quanto teme la reazione della Roma al ritorno?
Oggi abbiamo giocato bene e abbiamo fatto un ottimo possesso palla contro la Roma, una squadra che giocava la Champions League, per di più di ottimo livello.
Quanto al ritorno, prima di parlare voglio rivedere la partita ma è chiaro che mi auguro di ripetere la stessa prestazione fatta oggi.

Avete qualche rimpianto sul risultato? A un certo punto potevate anche vincerla...
Si è vero. Dopo l'1-1 abbiamo continuato a spingere e la Roma aveva accusato il colpo. Abbiamo creato qualche occasione e siamo andati vicino alla vittoria, ma il pareggio resta un ottimo risultato.

 

GARCIA

Nel primo tempo avete giocato bene, mentre nel secondo tempo è sembrata stanca...
Non c'è niente a che vedere con la stanchezza. Forse ci siamo abbassati troppo per mantenere il risultato. Abbiamo fatto un pressing meno efficace e abbiamo consentito al Feyenoord di prendere coraggio. Le occasioni da gol le abbiamo avute e se non avessimo avuto gamba, non avremmo potuto crearle.

E' ormai da qualche tempo che Pjanic non riesce a essere decisivo...
Lui è calato un po' fisicamente ma è anche ovvio: ha avuto l'influenza, è tornato e ha fatto 90'. Non ha esplosività in questo momento, come anche Doumbia. Sul resto, dico che la squadra non deve perdere la fiducia, perché se si gioca senza voglia di far male all'avversario diventiamo una squadra leggibile e prevedibile.
Abbiamo tanta voglia di vincere qui all'Olimpico e forse anche questo ci sta portando a rischiare di meno e ad essere meno pericolosi.

Lei realmente non vede una difficoltà atletica?
Sul fondo no. Non ho mai visto dall'inizio della stagione una squadra prendere la superiorità fisica nell'ultimo quarto d'ora. Quello che può mancare è l'esplosività ed è secondo me un problema psicologico. Poi è chiaro, non siamo neanche fortunati: il loro gol era in fuorigioco. L'unica cosa certa è che non dobbiamo andare a Rotterdam con l'idea di non prendere gol.

Nainggolan ha detto che non vi riesce più nulla in campo...
Mi sembra un po' esagerato dire che non riesce più niente. Forse lo ha detto perché era deluso, ma è questo quello che mi aspetto dai miei calciatori: che vogliano sempre fare il meglio.

Se non è un problema fisico, è un problema tattico o mentale. La squadra la segue ancora?
Questa domanda bisogna farla ai giocatori. Io so che non mollo e che ho fiducia al 100% nei miei ragazzi. La stagione è ancora lunga. Sappiamo che in Europa abbiamo ancora una partita per qualificarci e domenica torna il campionato in trasferta, dove dovremo prendere tre punti.
Le gare sono talmente tante che non dobbiamo piangerci addosso. Guardiamo avanti e ce la faremo. Ne sono sicuro.

Fonte: Dal nostro inviato allo Stadio Olimpico - Vincenzo Nastasi

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom