La Squadra

ABETE: "La prova tv esiste da tempo e le regole sono chiare"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-04-2014 - Ore 10:14

|
ABETE:

In vista del Mondiale il lavoro del ct Prandelli si e’ complicato. Sono emersi tanti giocatori in questi ultimi periodi, cresciuti in qualita’ e prestazioni. La scelta e’ piu’ difficile ma ben venga”. Lo ha detto il presidente della Figc, Giancarlo Abete, a Radio Anch’io Lo Sport. “Per la scelta sara’ importantissima anche la valutazione sulla condizione fisica e anche a questo serve lo stage azzurro da oggi a Coverciano. Con tanta scelta e’ comunque difficile, anche opinione pubblica potrebbe non essere tutta contenta”.

La prova tv? Esiste da tempo e le norme sono chiare. E’ importante garantire l’indipendenza del giudice sportivo, ma qui da noi c’e’ sempre la difficolta’ di essere interpretati come soggetti che danno indicazioni che possono condizionare il giudizio, in un modo o nell’altro”. Cosi’ il presidente della Figc, Giancarlo Abete, ha risposto ad una domanda sul caso Destro durante “Radio Anch’io Lo Sport”. “La prova tv esiste dal ’99 per lo scambio di persona e dal 2005 per gli atti di violenza in campo – ha ricordato Abete -. E’ un fatto acquisito per il calcio che ha deciso di usare lo strumento tecnologico per valutare determinate situazioni e la norma spiega che vi si ricorre quando l’arbitro dice di non aver visto l’atto di violenza in campo. Se invece ha visto e valutato, non si utilizza”. Abete ha poi affermato che al momento non ci sono in vista modifiche ai regolamenti internazionali che possano introdurre l’uso immediato di tecnologie per episodi dubbi in campo.

Fonte: Radio Anch'io Lo Sport

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom