La Squadra

Andreazzoli: "Mazzarri e Allegri mi piacciono molto. Europa? Non siamo ancora fuori"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 11-05-2013 - Ore 13:14

|
Andreazzoli:

Aurelio Andreazzoli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di San Siro contro il Milan.

Ecco le sue dichiarazioni: 

 

Si è chiesto il perchè questa squadra non riesce ad avere una continuità di risultati? Questo può dipendere dal fatto che si cambia spesso sistema di gioco? “Una continuità di risultati non direi perchè noi abbiamo fatto +9 sulla Lazio, +1 sul Napoli, +11 sull’Inter -1 sulla Fiorentina -4 sul Milan, -3 rispetto all’Udinese e penso non sia un andamento così negativo come si vuol far sembrare. Riguardo al sistema di gioco spesso mi è stata attribuita sagacia per il cambiamento e l’utilizzo di diversi sistemi di gioco”

Domani affronterà il Milan di Allegri, poi il Napoli di Mazzarri, le piacciono questi due allenatori? “Molto, io credo che sia l’identikit ideale dell’allenatore, perchè tutti e due hanno dimostrato qualità con i risultati. Ho un giudizio positivo di loro”

Avete qualche giocatore acciaccato, si guarderà alla Coppa Italia che permetterà di entrare in Europa League? “Non siamo ancora fuori dall’Europa League e giochiamo ancora per avere un piazzamento ideale che passa attraverso le prossime due gare per poi approcciare nel migliore dei modi alla finale”

Ha preso la Roma in una situazione molto particolare, ha mai avuto l’impressione di aver fatto qualcosa solo per dimostrare quanto eri bravo? “No, io non ho bisogno di dimostrare quanto sono bravo, non ho la necessità, perchè ho un’età ed un curriculum che mi consente di essere fuori da questo ordine di idee. A volte ho pensato di aver fatto una mossa che potevo evitare, come quando tolsi Totti da Udine”

Dopo la partita col Chievo, Baldini ha detto che la Roma sta diventando la squadra delle occasioni perse, secondo lei perchè? “Abbiamo già risposto, quella col Chievo è stata una gara interpretata bene, anche le occasioni ci hanno detto male”

Contro il Chievo l’unico cross pericoloso è stato battuto da Pjanic, non sarebbe più logico far battere al bosniaco tutti gli angoli da sinistra? “Si è una considerazione giusta, anche se molte volte Totti ha fatto assist da angolo”

Se domani Allegri le dovesse chiedere un motivo per venire alla Roma ed uno per non venire lei cosa le direbbe? “Ma tu valuti Allegri uno che mi farebbe una domanda del genere”

Come si affronta questo finale di campionato sapendo che le sue quotazioni scendono ogni giorno di più? “I bookmaker inglesi mi danno sempre come il più probabile. Io non sono qua per cercare una riconferma io sono già riconfermato per lavorare in questa società”

Possiamo definire questa squadra non attrezzata per arrivare in Europa? “Oggi non siamo in Europa, vuol dire che non siamo attrezzati, ma tra due settimane o il 26 la situazione può cambiare”

I punti che lei ha fatto sono due in più rispetto a quelli che ha fatto Zeman che è stato esonerato, non è quindi una media punti di cui si può vantare. Cosa direbbe lei ad un nuovo allenatore per farlo essere vincente a Roma? “Non rispondo”

Mi può parlare del Milan? “E’ una bella squadra, in salute, grandi interpreti, hanno iniziato un nuovo corso molto interessante”

In partite come quelle contro il Chievo e Pescara, si è sentito un pò tradito o si sente di condividere le responsabilità con i suoi calciatori? “Io le responsabilità me le prendo, la colpa in primis è dell’allenatore”

 

Che differenza ha visto tra il Milan del girone d’andata e quello del girone di ritorno? La classifica del campionato rispecchia le potenzialità delle squadre?“La classifica dice sempre la verità”

 

 

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom