La Squadra

ATALANTA-ROMA, i giallorossi si impongono 2-1 con i gol di Ljajic e Nainggolan

condividi su facebook condividi su twitter Di: Eduardo Barone 22-11-2014 - Ore 19:50

|
ATALANTA-ROMA, i giallorossi si impongono 2-1 con i gol di Ljajic e Nainggolan

All’Atleti Azzurri d’Italia l’atmosfera è calda, come quella dei big match. In effetti la partita era molto sentita, da ambo le parti.

SVANTAGGIO E RIMONTA-  E questo si vede dal pronti via del match, quando i giallorossi vengono subito sopraffatti dallo sprint iniziale dei nerazzurri, che segnano dopo nemmeno due minuti con Maxi Moralez. Frastornata dallo svantaggio, la Roma cerca di alzare il ritmo per pareggiare i conti. Ma l’aggressività dell’Atalanta di mister Colantuono regala ancora altri pericoli per De Sanctis, che si salva dopo un errore grazie alla traversa. La partita è molto fisica e non nasconde nervosismo. Una stasi che Ljajic rompe al 22’ con un’autentica magia. Liberatosi con un paio di dribbling al limite dell’area, il serbo scaraventa un destro forte e preciso sulla destra di Sportiello, che nulla può evitare a che la palla si insacchi in rete. E’ 1-1 e la Roma prende coraggio. Dall’altra parte la squadra di casa con il pareggio perde un po’ di fiducia e grinta. La coppia Moralez-Denis non produce più come prima e così la Roma passa in vantaggio. Il gol del 2 a 1 lo firma Nainggolan, dopo una palla recuperata e una corsa di 30 metri la affida a Ljajic che gliela restituisce prontamente. Il belga quindi la mette in rete con un piattone imparabile.

RISCHI E GIOIA FINALE- Nel secondo tempo la Roma cerca di controllare il match. Ljajic sfoggia un’ottima forma, combattendo su ogni pallone con classe, mentre a centrocampo è De Rossi a gestire e sbrogliare le trame più pericolose degli avversari. L’Atalanta però non molla niente e continua ad attaccare con intensità, favorita anche da qualche disattenzione giallorossa in difesa e dalle giocate del recuperato Gomez. E’ infatti al 23esimo che grazie ad un regalo di De Rossi Moralez si presenta a tu per tu con il portiere, prima di tirare clamorosamente fuori. I giallorossi abbassano molto il loro baricentro e per questo faticano a ripartire. Garcia allora, dopo aver inserito Somma e Florenzi, butta nella mischia anche Keita, con la speranza di aumentare possesso e densità in mediana. Nei minuti finali l’Atalanta assedia la Roma, che resiste a oltranza mostrando i muscoli in un match che sin dal primo minuto è stato maschio. Ma al fischio finale è la Roma a gioire che vince la sua seconda partita consecutiva e aggancia così la Juventus momentaneamente in cima alla classifica, in attesa del posticipo di stasera. 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom