La Squadra

Benatia sceglie la maglia 17 e si presenta: "A Roma per vincere. Abbiamo bisogno del sostegno dei tifosi"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-07-2013 - Ore 13:10

|
Benatia sceglie la maglia 17 e si presenta:

Mehdi Benatia si presenta a Riscone di Brunico. Ecco le  dichiarazioni dell'ex Udinese che ha parlato dopo un'introduzione di Italo ZanziSiamo molto felici di presentare un giocatore molto importante per la Roma. E' un giocatore fortissimo, ha dimostrato di avere grande esperienza. Era una priorità del nostro mercato. Oggi siamo onorati che lui sia qui con noi.

Cosa ti ha colpito e quali sono i tuoi obiettivi?
Sono venuto a Roma per avere la possibilità di vincere, è un periodo particolare per la società però deve passare. Sapevo che i tifosi sono incazzati ma ho scelto comunque la Roma perchè possiamo fare bene, abbiamo una grande squadra. E' un onore essere qui


E riguardo Garcia?
Non lo conoscevo direttamente, in Francia ha fatto benissimo. La Roma in Francia è una squadra molto importante e lui è arrivato qua con tanta voglia e ha voglia di superare questo periodo tramite i risultati

 

Chi ti ha cercato oltre la Roma?
Non mi piace fare i nomi e quando la Roma mi ha contattato mi sono subito convinto perchè è una squadra molto forte, sono orgoglioso di stare qui 

 

Roma è una piazza diversa da Udine. Ti spaventa?

Udine è l’ideale per i giovani, per crescere imparare e giocare. C’è bisogno di calma.  Qui c’è un piccolo gruppo di tifosi arrabbiati ma ci sono quelli tranquilli con i bambini che ci danno la forza. La Roma sarà sempre la Roma. La pressione a 26 anni non mi fa paura

 

Secondo te la Roma cosa deve fare per arrivare ai risultati?
Come avversaria l’ho vista sempre molto forte. Mi ricordo che l’anno scorso in vantaggio di 2-0 poi ha perso e questo a un grande Club non deve mai capitare. Sono convinto che il mister sa dove intervenire. Abbiamo cambiato diversi giocatori c’è bisogno di tempo

 

Qual è la tua miglior qualità e il difetto?

Mi piace l’uno contro uno ed aiutare la mia squadra su una giocata difficile con una chiusura. Metto sempre il massimo impegno per la mia squadra. I difetti? Ce ne sono sempre tanti e bisogna lavorare per recuperare

 

Con quale giocatore hai stretto più amicizia, e che ambiente hai trovato?

Con Pjanic che parla anche francese. Lo spogliatoio è buono. Mi dispiace che i compagni vengono insultati e loro sono tristi e sanno che hanno fatto male, ma bisogna ripartire per far bene e c’è bisogno dell’aiuto dei tifosi.

 

 

Quale attaccante ti ha messo in difficoltà?

Ibrahimovic, ma anche Osvaldo, Cavani e Totti che puo’ cambiare la partita da solo. Ma se la squadra va bene io non ho paura di nessuno.

 

L’anno scorso hai avuto qualche problema. Come stai adesso?

Sto bene, un po’ in ritardo con la forma perchè la trattativa è stata lunga e non potevo allenarmi

 

Hai dichiarato di essere stato sempre simpatizzante della Roma. Come nasce questo amore?

Hanno giocato molti francesi con la Roma e la seguivo spesso in Francia. E quando venivo qui allO’limpico l’emozione era particolare. Quando ho parlato con Sabatini ho detto subito si.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom