La Squadra

Borriello, l’equivoco dietro il numero 88

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-08-2013 - Ore 16:15

|
Borriello, l’equivoco dietro il numero 88

Marco Borriello da un po’ di anni sceglie per giocare la maglia con il numero 22: è successo quando era al Genoa, al Milan e appena è arrivato a Roma.Stavolta, dopo la parentesi bis con la maglia rossoblù, a Trigoria ha trovato la sua casacca 22 occupata da Mattia Destro, che non ha intenzione di mollarla. Marco ha pensato bene di cambiare numero: l’88.  

MODELLA RUMENA
Anno di nascita di una persona a lui molto cara, che frequenta. Una donna, ovviamente:Madalina Ghenea, modella-attrice rumena, nata l’8-8-’88. Tutti 8, insomma. Ma molti hanno pensato a un Buffon bis, quando quel numero lo ha esposto urbi et orbi dando adito a mille polemiche. Il numero in questione faceva e fa saltare dalle sedie la Comunità ebraica, perché l’ottava lettera dell’alfabeto è l’H, l’H di Hitler. L’acronimo è di facile interpretazione:HH uguale ad Heil Hitler. Nei forum, qualcuno ha notato e protestato. Borriello, che in quel momento stava per scendere in campo contro il Toronto, è cascato dalle nuvole: «Hitler? La comunità ebraica? Ma stiamo scherzando?». E ha spiegato attraverso un twit come le sue intenzioni fossero altre. Lui è uno che non ama la politica e soprattutto non ha mai fatto una polemica in vita sua. La Comunità Ebraica ha capito e ieri ha subito comunicato di non aver «sospettato che la scelta del calciatore fosse di natura politica, tanto meno in riferimento a Hitler. Conosciamo la storia di Borriello e nulla ci fa pensare che possa mischiare il calcio con simboli e idee di stampo nazista». 

IL GOL DA BOMBER
Borriello qualche minuto dopo è sceso in campo, con la maglia numero 31, è ha segnato pure un gran gol al Toronto Marco però è sempre sul piede di partenza, schiavo del suo lauto ingaggio e la società non può reggerlo: per il Genoa costa troppo, lui ha rifiutato il Malaga.Qualcuno comincia anche a pensare: ma se restasse? Dovrebbe decidere di rinunciare a qualche soldo, accontentare la Roma e giocarsi le sue chance in una squadra dove si trova bene. Molti tifosi, che fino a un anno fa lo contestavano per aver accettato il trasferimento alla Juventus, ora lo invitano a rinunciare ai soldi e restare nella Roma. Non si esclude niente, diciamo che per ora è un’ipotesi difficile. Destro non sta bene, Osvaldo sicuramente partirà. Quindi, anche se dovesse arrivare un attaccante, posto per Borriello c’è. Vedremo. Questione di soldi.

Fonte: (Il Messaggero – A.Angeloni)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom