La Squadra

BRUNICO 2013, Rudi Garcia: "Chi critica la squadra non tifa Roma, al peggio è della Lazio. Avrò dei saggi nello spogliatoio" (FOTO)

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 13-07-2013 - Ore 13:35

|
BRUNICO 2013, Rudi Garcia:

Al termine della prima seduta del ritiro estivo di Brunico 2013, Rudi Garcia incontra la stampa. Ecco le sue parole in conferenza:

Si aspettava un'accoglienza del genere?
Chi critica i giocatori e la squadra non è tifoso della Roma. Quando ami la tua squadra e i tuoi giocatori, devi incoraggiare la tua squadra. Al massimo, saranno dei tifosi della Lazio.

Potranno esserci problemi per Osvaldo?
Abbiamo tanti tifosi nel mondo che ci fanno lavorare con tranquillità. Sarebbe meglio che qui avessimo i nostri tifosi veri.

Pensava di potersi allenare con qualche altro nuovo acquisto?
Abbiamo sette settimane per prepararci prima dell'inizio del campionato. Prima arrivano i nuovi acquisti e meglio è ma c'è tempo.

Avete molti giocatori che sono sul piede di partenza?
Per il momento sono con noi, poi vediamo cosa succede nel mercato. Io preferei che i giocatori migliori rimanessero, ma se dovessero partire li rimpiazzeremo.

E' il 4-3-3 il sistema che utilizzerà?
E' uno dei sistemi che utilizzeremo. Probabilmente sarà quello privilegiato ma i giocatori saranno in grado di utilizzarne anche altri.

Ha imposto un regolamento? Ha pensato alla regole dei saggi?
Ho già parlato di questo nella prima conferenza. Quando si vive in una collettività è obbligatorio avere delle regole di condotta. Per quanto riguarda il consiglio dei saggi, faccio come ho sempre fatto: ho bisogno di vedere i giocatori vivere e crescere nel gruppo, per capire chi sono i leader naturali. Al termine della preparazione, avrò cinque o sei interlocutori privilegiati.

De Sanctis e Skorupski sono i portieri che si aspettava?
Skorupski ha grande talento ma è ancora inesperto, comunque domani arriverà. Per il momento comunque abbiamo due portieri di grande livello che sono Lobont e Julio Sergio. La volontà mia e di Sabatini è di fare una grande squadra.

Ha detto che chi contesta la squadra è della Lazio...
Io non ho detto questo, ho solo detto che chi critica la Roma non è tifoso della Roma e al peggio può essere della Lazio. Io capisco che ci possa essere delusione, ma ciò non toglie che ci debba essere rispetto per la squadra e i giocatori. Ci diano serenità e poi ci giudichino dai risultati.

Può giudicare Strootman e Gervinho?
Non posso giudicarli, altrimenti dovrei farlo per tutti i giocatori cui siamo interessati.

Cosa pensa di Pjanic?
Pjanic è un eccellente giocatore, molto tecnico. L'ho visto giocare molte volte contro di me quando era a Lione. E' capace di sbloccare delle situazioni offensive e fare dei passaggi decisivi. Per me deve stare nel centrocampo offensivo.

Il mercato è tutto figlio delle sue indicazioni? De Rossi è incedibile?
Sul mercato, io e Sabatini lavoriamo sempre in coppia e lui si confronta con me. Sappiamo di cosa abbiamo bisogno. De Rossi è un grande giocatore, sicuramente. E' meglio averlo con noi, che vederlo partire. Per adesso, avendo fatto una grande Confederations Cup deve riposarsi.

Cosa le piace e cosa non le piace di Roma?
Guardate l'organizzazione e il campo di allenamento dei bambini: questo è il segno di un grande club. Non ci sono delle cose che mi deludono ma c'è sempre da migliorare.

 

 

Fonte: Redazione Insideroma.com

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom