La Squadra

Caudo (Ass. Urbanistica): "La Regione ci chiede la modifica della Roma-Fiumicino"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 11-08-2014 - Ore 17:45

|
Caudo (Ass. Urbanistica):

“Ci si e’ posto un problema: nel parere della Regione, che ci e’ giunto venerdi’ scorso, con il quale si sono chiusi i pareri dei 18 enti esterni, ci viene prescritto di ricercare una soluzione diversa e alternativa per lo svincolo della Roma-Fiumicino. Si tratta di uno svincolo di giunzione tra l’autostrada e l’asse viario dello Stadio, una opera che consentirebbe agli automobilisti di smistarsi verso l’Eur senza gravare sulla Magliana, e che quindi ha un grande interesse pubblico”. Lo ha detto l’assessore capitolino all’Urbanistica Giovanni Caudo nel corso di un punto stampa sul progetto dello Stadio della Roma. Caudo ha poi precisato che ci sarebbe gia’ un’alternativa. 

Lo svincolo Roma-Fiumicino, nell’attuale progetto, e’ in una area protetta, la Tenuta dei Massimi. “Esistono casi di deroghe, ma in questo caso la Regione ci ha prescritto di trovare delle alternative perche’ quel parco e’ una delle poche aree protette il cui progetto e’ gia’ stato approvato dal Consiglio regionale, per cui servirebbe il parere del Ministero, mentre se non ci fosse sarebbe bastato un atto del presidente della Regione”, ha spiegato l’assessore Caudo nel corso del punto stampa. “Riteniamo di avere una soluzione oggi, non possiamo rimanere sul generico”, ha rassicurato l’assessore capitolino all’Urbanistica.“Abbiamo dunque chiesto al proponente di posizionare la strada in modo diverso. Al momento ci serve questa integrazione, altrimenti non possiamo chiudere l’istruttoria. Questa prescrizione non puo’ essere rimandata, dobbiamo avere il piu’ presto possibile una risposta in merito. Nell’area, vicina all’Ospedale dei Cavalieri di Malta, sembra ci fosse una delle prime ville suburbane dei papi. Io credo pero’ che i tecnici siano in grado di trovare nell’area una soluzione sostenibile, loro dicono di avere la possibilita’ di farlo -ha continuato Caudo -. Noi dobbiamo formulare le prescrizioni, riguardo alle opere che riteniamo di interesse pubblico come questa. Diversamente, il proponente fara’ le sue riflessioni”. E a chi gli chiedeva se la proposta sul nuovo svincolo dovra’ ripassare dalla Conferenza dei servizi, l’assessore Caudo ha garantito: “No, se non ci sono dubbi sara’ solo una presa d’atto da parte dei tecnici senza che sia necessario ripassare dalla Conferenza dei servizi provvioria. Se non si trova l’alternativa questo progetto non si puo’ fare, e’ impensabile una struttura come lo stadio in cui l’unica via di entrata e uscita e’ l’Ostiense. Crediamo si possa fare questa modifica in breve tempo, ma senza questa strada non puo’ esserci nessuna valutazione sulla proposta”

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom