La Squadra

Chiusura delle Curve, il TAR apre ai risarcimenti. Contucci a InsideRoma.com: «I giudici hanno indicato una nuova strada»

condividi su facebook condividi su twitter Di: Vincenzo Nastasi 09-06-2015 - Ore 19:52

|
Chiusura delle Curve, il TAR apre ai risarcimenti. Contucci a InsideRoma.com: «I giudici hanno indicato una nuova strada»

Contro i provvedimenti ingiusti di chiusura delle Curve è possibile il risarcimento del danno. Il TAR del Lazio, con una decisione destinata a diventare una tappa fondamentale nella lotta contro le discriminazioni in tema di stadi, ha finalmente aperto uno spiraglio verso una tutela effettiva dei tifosi.
Come da qualche ora è ormai noto infatti, l’organo di giustizia amministrativa regionale, pur rigettando il ricorso presentato nello scorso gennaio da MyRoma, ha stabilito che, per il futuro, sarà possibile contestare con più decisione i provvedimenti di chiusura delle Curve.


LA VICENDA
- La vicenda processuale, che ieri è giunta al capolinea, era iniziata lo scorso 26 gennaio, quando l’associazione MyRoma, tramite l’avvocato Lorenzo Contucci, aveva impugnato dinanzi al Tar il provvedimento con il quale il prefetto di Roma, su suggerimento del Casms, aveva impedito l’accesso in Curva Sud ai possessori della Card Club Home (la nota alternativa alla Tessera del Tifoso) per la gara di Campionato contro l’Empoli, discriminando di fatto tra possessori di Privilege e non.

In quell’occasione, MyRoma chiese non soltanto l’annullamento del provvedimento ma anche di disporre in via cautelare il libero accesso per la partita. Tuttavia, nella successiva udienza del 29 gennaio, gli stessi legali dell’associazione di azionariato popolare, consci dell’importanza della posta in gioco, rinunciarono alla sospensiva, permettendo così ai giudici di compiere una più completa istruzione della causa.
Istruzione che è stata analizzata nel dettaglio nell’ultima udienza del 26 marzo e che, con la sentenza di ieri, ha stabilito un principio fondamentale: contro l’ordinanza ingiusta del Prefetto è possibile presentare richiesta di risarcimento del danno.

Tecnicamente infatti, il TAR del Lazio ha rigettato la richiesta di MyRoma, definendo il ricorso «improcedibile per sopravvenuta carenza di interesse a ricorrere»: in effetti, essendosi ormai giocata la gara, non aveva senso annullare il provvedimento in maniera retroattiva.
Tuttavia, lo stesso TAR ha precisato che qualora fosse stato richiesto anche il risarcimento del danno, allora in quel caso il giudice amministrativo, se il provvedimento fosse stato ritenuto ingiusto, pur non annullandolo, avrebbe potuto riconoscere un indennizzo ai tifosi danneggiati.


UNA NUOVA STRADA
- Cosa significa tutto ciò sul piano pratico? Significa che, qualora in futuro un Prefetto ordinasse la chiusura di una Curva sulla base di presupposti ingiusti (la cui legittimità andrebbe comunque verificata dal TAR), ricorrendo contro il Ministero dell’Interno dinanzi al giudice amministrativo, si potrebbe ottenere un risarcimento del danno.

Una causa amministrativa dunque e non civile. In altre parole: chi è abbonato non potrebbe richiedere il risarcimento alla Roma (in quanto la società comunica anticipatamente che potrebbero esserci chiusure dovute all’ordine pubblico), ma dovrebbe rivolgersi al giudice amministrativo per ottenere il risarcimento direttamente dallo Stato.

SODDISFAZIONE – Chiaramente soddisfatto il legale di MyRoma Lorenzo Contucci, che in esclusiva per InsideRoma ha dichiarato: «In effetti il TAR ha indicato una strada visto che è possibile rivolgersi al giudice amministrativo per avere il risarcimento dei danni, qualora i tifosi si ritengano danneggiati da un provvedimento ingiusto. In precedenza non si sapeva come fare».
Per una volta dunque, sono gli stessi giudici a indicare ai cittadini come tutelarsi. In futuro infatti, insieme alla richiesta di annullamento del provvedimento, basterà presentare anche una richiesta di risarcimento del danno per attivare la competenza del TAR a sindacare non soltanto la legittimità del provvedimento, ma anche a liquidare l’eventuale risarcimento.

 

Vincenzo Nastasi

Fonte: Vincenzo Nastasi - InsideRoma.com

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom