La Squadra

CONFERENZA STAMPA- Garcia: "Concentrati sulle nostre forze, dobbiamo avere fiducia"

condividi su facebook condividi su twitter Di: Chiara Barberis 21-02-2015 - Ore 14:00

|
CONFERENZA STAMPA- Garcia:

Il prossimo match per i ragazzi di Rudi Garcia si terrà domani alle ore 15 contro l'Hellas Verona. Intanto ieri sera la Juventus ha con fatica riportato una vittoria in casa contro l'Atalanta, con il risultato di 2-1, che l'ha portata a +10 punti dalla Roma. La situazione-rosa per Garcia non è decisamente delle migliori: Maicon out per via delle condizioni del ginocchio, De Rossi e Totti sono affaticati, Spolli influenzato, Iturbe ancora in recupero, Manolas in difesa è in affanno, probabilmente sostituito da Astori. Disponibili Florenzi, Gervinho e Ljajic. Doumbia ieri ha svolto differenziato a causa di problemi alla schiena per un materasso scomodo, ma sarà pronto per la gara di domani. Ricordo, inoltre, che la prossima giornata vedrà scontrarsi direttamente Roma e Juventus, lunedì 02 marzo ore 20.45.

Queste le parole del tecnico giallorosso che oggi alle ore 14.00 incontra i giornalisti in conferenza nella sala stampa del centro tecnico "Fulvio Bernardini":

-Come si motiva lo spogliatoio in un momento del genere?

"Si motiva cercando la vittoria. Cerco di far sì che nessuno perda fiducia in se stesso, analizzando anche gli errori di ciascuno".

-Qualche cosa da dire sulla vittoria della Juventus di ieri sera e sullo scontro diretto?

"Vincere domani e stare zitti, perché fino ache non vinciamo più partite di fila non serve a nulla parlare di primo posto. Dobbiamo difendere il secondo".

 

-La Juventus ha fatto fatica ieri, ma ha comunque vinto con Pirlo. Forse è questo che manca alla Roma?

 

“Non ho visto la partita di ieri, ma penso che sicuramente perdiamo troppe occasioni sotto porta”.

 

-Sabatini ha detto di aver sbagliato scelte di mercato..

 

“Una Roma seconda in classifica è responsabilità di tutti, come essere usciti dalla Champions. Walter non può gestire il tempo del mercato (a fine dicembre non potevamo sapere che un giocatore acquistato avrebbe avuto l’impegno della Coppa d’Africa o che un altro si sarebbe infortunato). Siamo tutti responsabili sia per il positivo sia per il negativo”.

 

-Qualche sua scelta è stata criticata più severamente anche dai tifosi. Come la vive?

 

“Io cerco di portare il migliore gioco e i migliori risultati. Non lavoriamo solo per quest’anno , ma anche per il futuro. Questa città ci dà forza, ci dà l’esempio anche di come potrà diventare questa squadra. Una squadra che potrà vincere. Più anticipiamo, prima saremo forti. Spingiamo al massimo, al di là del fatto che stiamo passando un momento difficile, come è anche normale. I giocatori sentono la fiducia dell’ambiente e dei tifosi. Sarebbe ottimo per tutti se la Roma avesse il successo che prevede di avere. Bisogna essere obiettivi, a tutti piacerà vedere una Roma vincente, però dobbiamo tutti avere fiducia”.

 

-Dicono che la squadra si abbassi troppo. Perché?

 

“E’ vero. Forse per la tendenza a proteggerci, dovremmo fare un pressing da pazzi, che poi è il marchio di fabbrica di questa Roma”.

 

-Quanto tempo serve perché la Roma si stabilizzi ad alti livelli?

 

“Servirà tempo, ma è il Presidente la giusta persona a doverne parlare. Il nostro obiettivo è arrivare alti”.

 

-Si sente messo in discussione dai calciatori? È ancora al centro dello spogliatoio?

 

“Non vedo cambiamenti di atteggiamento. Poi va chiesto a loro”. 

DALLA NOSTRA INVIATA A TRIGORIA CHIARA BARBERIS

 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom