La Squadra

CONFERENZA STAMPA GARCIA: "Totti pronto per la sfida con l'Atalanta. Destro? Inutile parlarne. Prandelli? Ogni tecnico sa come comportarsi con la propria squadra"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 11-04-2014 - Ore 12:39

|
CONFERENZA STAMPA GARCIA:

La Roma contro l'Atalanta per non mollare la presa su una stagione straordinaria. Gli uomioni di Rudi Garcia sabato sera all'Olimpico affronteranno la squadra di Colantuono, l'obiettivo è quello di continuare a mettere pressione alla Juventus con la sperazna che Di Natale e compagni possano giocare un brutto scherzo alla squadra di Antonio Conte. Senza Destro, Florenzi e Pjanic fermi per squalifica, Benatia per infortunio e con Totti acciaccato il tecnico francese dovrà ancora una volta dimostrare la sua bravura nel caricare la squadra e schierare la miglior formazione. Spazio dunque a Ljajic (sotto osservazione dopo le recenti prestazioni deludenti) e Toloi pronto a sostituire Benatia. Queste le parole di Garcia in conferenza stampa a Trigoria:

Totti non ha giocato l'ultima partita e oggi è stato l'unico allenamento che ha svolto con i compagni è pronto? Sorteggio Champions appena svolto?

"E' pronto. Ieri era più il fatto di farlo lavorare in modo differente per allenarsi un po' più forte. In Champions a questo punto possono essere già due finali. Ho una debolezza per il Bayer per me è la più forte ma contro il Real non è facile. L'Atletico ha fatto grandi cose ma il chelsea ha grande esperienza belle partite da seguire".

Caso Destro. Al di là dei cavilli burocratici. Secondo lei Destro ha sbagliato oppure no?

"Mi sono già espresso su questo argomento. Non è il momento per parlare di questo c'è un ricorso ora noi dobbiamo pensare alla partita di domani. Per noi come sempre è la partita più importante della stagione, quando arriviamo su una gara è sempre la più importante, bisogna vincere. 23 vittorie su 32 partite vuol dire che sappiamo come si fa. L'Atalanta è una buona squadra. Abbiamo avuto tanti infortuni importanti ma mai questo ha cambiato il valore della squadra. Ho fiducia nei ragazzi che giocheranno, sono motivati il campionato non è finito e non finirà domani sera".

 Roma sesta sulle espulsioni. Siete una squadra particolarmente cattiva? Come se li spiega questi numeri?

"Vuol dire che abbiamo la palla più degli altri. Non c'è nussuno dei miei ragazzi che è cattivo. Delle volte bisogna essere intelligenti sul campo, si parla di falli tattici, falli anche di necessità. Sugli episiodi bisogna analizzarli individualmente ma per me non è così importante. Se qualcuno è squalificato fa spazio ad altri e delle volte va bene anche per far riposare qualcuno. Non ho mai fatto caso ai diffidati. Non è una cosa che mi preoccupa".

Alla Roma mancano sei punti per eguagliare il record storico di vittorie. Quanto è complicato fare record su record e non vincere?

"Vediamo se riusciremo a battere questo record. La cosa importante è vincere, l'unico posto che possiamo difendere è il secondo e l'unico posto che possiamo attaccare è il primo ma non dipende da noi. Quando il campionato va avanti e siamo a quasi la fine e se lo scarto non cambia va a vantaggio della prima in classifica. Se vinciamo domani voi farete di nuovo in modo di riaprire il discorso scudetto. Noi dobbiamo fare il nostro la stagione straordinaria già c'è ma non è finita e voglio finirla nel modo migliore".

Il caso Destro è solo l'ennesimo episodio. Gli uomini di Garcia hanno ancora fiducia nel giocare un campionato illegale?

"Quello che mi piace di più è quando si parla di calcio. Quando un giocatore fa tre gol e si parla solo del pugno è una cosa triste. Dobbiamo fare in modo di regalare una gioia ai tifosi questa è la via per avere lo stadio pieno. Noi abbiamo il dovere di fare in modo prima di prendere piacere sul campo e dopo di dare gioia ai tifosi".

 

 Come sta vivendo Destro questo periodo?

"Ora aspettiamo il ricorso e poi vediamo quello che succede. Lui è tranquillo e rilassato".

Ljajic o Bastos?

Abbiamo 5 attaccanti validi. Ce ne saranno tre o quattro dall'inizio ma abbiamo bisogno di tutti. Ogniuno avrà il suo ruolo da giocare dall'inizio o entrando dalla panchina".

Lei che ne pensa della moviola o non moviola? Come allenatore della Roma come si sente? Ha pensato a una multa?

"Vi invito ad ascoltare quello che ha detto Baldissoni. Ho già detto quello che penso non dobbiamo tornare su questo episodio già dopo la partita di Cagliari e resta quello".

Nella Roma Garcia ha mesos un codice interno? I giocatori sono consapevoli di non poter fare alcune cose? Esagerata la decisione di Prandelli?

"Ci sono delle cose che riguardano solo i giocatori e me. E' difficile oggi tenere tutto nello spogliatoio ma ci sono cose che teniamo per noi ci sono delle regole per convivere in serenità. Ci sono sempre dell regole da seguire e dopo io so come gestire se succede qualcosa di meno normale. Prandelli? Ognuno ha la sua maniera di gestire la sua squadra lui è il tecnico dell'Italia. Auguro agli azzurri di andare più avanti possibile nel mondiale ".

Campionato falsato? Il Livorno ha dichiarato di andare a Torino con il pallottoliere.

"Io non posso fare niente sono l'allenatore della Roma e posso solo mettere in campo la formazione migliore per vincere più partite possibili. Non è il momento di fare il bilancio ma siamo tutti contenti di questa stagione".

Differenze tra stampa sportiva italiana e francese?

"La stampa francese parla francese la stampa italian parla italiano. E' lo stesso, prima c'erano media ora ci sono tanti tv radio i giornali internet per quello è anche difficile rispondere a qualcuno in particolare. Sappiamo che ognuno ha il suo ruolo, io faccio in modo di essere il più trasparente possibile. Sullo spogliatoio però sono rigoroso e quelle cose riguardano solo la squadra".

DAI NOSTRI INVIATI LORENZO AMADIO E CHIARA BARBERIS

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom