La Squadra

Conferenza stampa Garcia: "Un derby non si gioca, un derby si vince. La squadra è serena"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 21-09-2013 - Ore 20:55

|
Conferenza stampa Garcia:

Rudi Garcia incontra la stampa alla vigilia di Roma-Lazio. Ecco le sue parole in conferenza:

 La Roma ha realizzato tutti i suoi 8 gol nel secondo tempo. La Lazio tutti i sei gol nel primo tempo. Come se lo spiega?

Non c'è solo una spiegazione, una può essere  che i ragazzi che entrano in campo lo fanno benissimo. Spero che in futuro possiamo segnare dal primo tempo, magari da domenica...

Il 26 maggio rimbomba nella mente dei giocatori. E' una Roma più matura?

Non lo so perchè io ero in Francia l'anno scorso, non ho visto la partita, non mi interessa. E' una nuova stagione, con un nuovo allenatore. Arriviamo a questa partita con 3 vittorie, sappiamo che è una partita importante. In tutti i derby d'Europa vale il detto: "un derby non si gioca, un derby si vince"

Ci sono 3 romanisti che di solito lo sentono di più...

Lo sentono più degli altri, ma la squadra è serena. 

Lei appartiene alla categoria degli allenatori che pensano che è una partita come le altre?

No, non lo è. Sicuramente per i tifosi ha un valore diverso. Ma non dobbiamo mettere pressione su questa partita. Sono 3 punti, meglio vincere noi che gli avversari. 

Ha studiato la Lazio? 
"E' una buona squadra, però conosco bene queste settimane a tre gare. Ho giocato le coppe europee per 4 anni, domani questa squadra avrà un calo fisico ma non so se all'inizio, in mezzo o alla fine. E' così per tutte le squadre che fanno 3 partite a settimane. 

 Ha pensato se ci può essere un giocatore, sia nella Roma che nella Lazio, che può essere decisivo?

In tutte le squadre ci sono giocatori importanti, decisivi. Normalmente sono gli attaccanti. Il gioco corale è importante, lo sono anche i giocatori singoli che possono fare la differenza. Quando arriva una partita di alto livelli questi giocatori sono stimolati. I grandi giocatori sono forti quando arrivano le grandi partite.

Come sta Balzaretti?E' soddisfatto delle sue prestazioni?

Tutti i miei giocatori della mia rosa sono pronti per giocare. 

In Francia lei non ha mai perso un Derby. Si sente l'etichetta di uomo derby?

L'etichetta uomo derby la fate voi. Anche il derby in Francia è di altissimo livello, sono tifoserie caldissime. Di certo qui sarà differente, è il mio primo derby, sono contento di vivere questa partita. Il mio carattere è essere sempre dietro alla squadra, dietro ai miei giocatori. Sarebbe fantastico vincere questa partita. 

Accorgimenti per arginare Lulic e Candreva?

Non conosco la formazione iniziale della Lazio, di certo domani dobbiamo giocare una partita piena, non solo con le gambe ma anche con la testa. La Roma è diversa dall'anno scorso, ha molte qualità, la più importante è essere pronti mentalmente e fisicamente"

Ha visto i giocatori tranquilli? Si sente di mandare un messaggio ai tifosi dopo il 26 maggio?

Non parlo dell'anno scorso. Per me è passato. Guardiamo avanti al futuro. Giocheremo in 12 domani. Abbiamo lavorato bene ma abbiamo anche fatto cose divertenti per essere tranquilli.

Un derby può essere uno spartiacque e cambiare a livello psicologico l'andamento della stagione. Teme questo aspetto?

Non cambia niente una gara unica. Il bilancio si fa dopo 10 gare, lì sarà possibile capire se abbiamo fatto bene. Per ora abbiamo vinto 3 partite, non potevamo fare meglio. Dobbiamo continuare a lavorare. 

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom