La Squadra

Conferenza Stampa Live - Garcia: "La parola d'ordine è avere l'atteggiamento di Cesena, Napoli e Torino"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 24-04-2015 - Ore 13:06

|
Conferenza Stampa Live - Garcia:

Tutto pronto nella sala stampa del “Fulvio Bernardini” di Trigoria, per la consueta conferenza stampa del mister Rudi Garcia. Si parlerà della partita di domani, che vedrà la Roma affrontare l’Inter allo stadio San Siro di Milano (ore 20.45); Nel dettaglio, le parole dell'allenatore giallorosso:

Si può rivedere la Roma dell'andata?
"Avevamo giocato con intensità e fiducia. La prima dobbiamo metterla domani, ne avremo bisogno perché giocare con l'Inter è bello ma difficile. La parola d'ordine è avere l'atteggiamento di Cesena, contro il Napoli e a Torino per fare di tutto per vincere. In qualsiasi stadio andremo per vincere ma serve l'intensità dell'andata".

Gervinho e Pjanic?
"Ho parlato con loro, sono al 100%".

L'Inter di Mancini?
"Hanno tanti giocatori importanti e di qualità ma sappiamo dove andiamo. Poi col ritorno di alcuni giocatori anche noi abbiamo ritrovato forze importanti, ci saranno delle scelte da fare ma sapete come la penso: più scelte ho e meglio è per la squadra. Si alza la concorrenza per fare meglio, sono contento di ritrovare alcuni giocatori. La squadra migliora dal punto di vista psicologico".

Le semifinali di Champions?
"Parlerò anche dell'Europa League, il Napoli per fortuna non incontra la Fiorentina. sarebbe stato il sorteggio peggiore, così abboamo tre chances di andare in finale. Per il calcio italiano sarebbe bene che almeno una delle tre andasse in finale. In Champions ci sono le più forti d'Europa".

Che confronto ha avuto con la squadra?
"Abbiamo parlato il giorno dopo, sanno cosa mi aspetto da loro. Sono determinatissimo e loro anche lo saranno come hanno dimostrato questa settimana con del lavoro intenso. Ora dobbiamo riportare queste cose fatte in settimana e voglio tanta solidarietà: ci deve essere sempre un compagno che aiuta chi sbaglia. Entriamo nell'ultima "via" del campionato e non abbiamo tempo da perdere".

Perché la Roma va meglio fuori casa?
"Appoggiamoci a questo, ora però non serve parlare delle gare casalinghe perché ne avremo due in trasferta. Sono cose che devono darci fiducia, il fatto di essere determinati quando c'è il fischio di inizio e nient'altro. Sappiamo come fare".

Chi sta meglio tra voi e l'Inter?
"Posso parlare solo della Roma. L'Inter ha un grande palmares, noi abbiamo ambizioni da quando è arrivato il presidente. Per questo sono qua, per migliorare in tutti i punti del club e lavorare meglio ogni stagione. Ma per il momento conta solo la partita di domani, parlare di mercato e giocatori non serve. Dobbiamo mettere tutta la nostra concentrazione sulla partita che arriva e sul finale di stagione. Poi avremo tempo per i  bilanci e per le altre cose, ma per ora non voglio che i giocatori perdano anche l'1% di concentrazione".

Sono mancati stimoli quest'anno?
"Bisogna chiedere ai giocatori. Io sono sempre lo stesso, spingo la mia squadra e amo i miei giocatori, so che possono fare grandi cose. Ora siamo alla pari con la seconda in classifica, mancano 7 partite in cui c'è tutto da fare. Quindi io devo continuare a dare stimoli e lo stesso i giocatori. Balzaretti? Da quando è tornato è stato molto positivo e carica sempre la squadra, il suo ritorno ha fatto tanto bene. E' molto motivato e sa che tornare dopo 18 mesi è bellissimo. Questo atteggiamento positivo mi piace".

Iturbe?
"Ci ho parlato, gli ho detto che nelle gare precedenti era stato il migliore. Può sbagliare una partita, non deve perdere fiducia perché è un giocatore importante per noi. Avremo bisogno di lui fino alla fine della stagione, deve dare il meglio come sempre. E' molto migliorato nelle ultime partite e sbagliarne una può capitare anche ai più forti d'Europa".

Perché l'Inter è data favorita dai bookmakers? Sta cambiando la percezione della forza della Roma?
"Non mi importa, mi importa solo dell'atteggiamento della squadra e che creda in se stessa. Fino alla fine darà il suo meglio, le altre cose fuori dal club sono normali. Tutti fanno il proprio mestiere, il nostro è di essere concentrati sulla partita di domani".

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom