La Squadra

Daniele De Rossi e le ragioni del cuore

condividi su facebook condividi su twitter Di: Francesca Ceci 07-06-2013 - Ore 11:30

|
Daniele De Rossi e le ragioni del cuore

La prima volta che Daniele De Rossi è entrato a Trigoria, aveva 12 anni e della Roma era già tifoso: “E’ la mia casa”, ha ripetuto tante volte nel corso degli anni. L’ultima, la scorsa estate, quando si era presentato in Conferenza Stampa per mettere a tacere le voci - sembrava definitivamente- su una sua possibile cessione e ribadire il suo amore per questa squadra e questa città.

Diciamola tutta e diciamola bene, per amore di verità: De Rossi viene da stagioni non convincenti fino a questa ultima, sicuramente la peggiore. Polemiche, infortuni, prestazioni insufficienti e opache. Non è (quasi) mai riuscito a dare il cambio di passo alla squadra, non certamente come ci si aspetta da un giocatore dalle sue potenzialità e dagli zeri del suo ingaggio che fanno di lui  il giocatore italiano più pagato della serie A. Non è mai andato a segno quest'anno. Non gli succedeva dal 2003-2004.  

In questi giorni, è volato lontano da Roma e si è unito alla Nazionale di Prandelli che stasera affronterà la Repubblica Ceca per le qualificazioni mondiali.  

La lontananza dalla Capitale lo aiuterà a chiarirsi le idee prima di prendere una decisione che lui stesso sa potrebbe cambiare il suo futuro.  Restare o andare?

Sì, perchè questa volta, più delle altre, Capitan futuro è al centro delle voci del mercato giallorosso e l'ipotesi di un addio prende quota. 

Chi lo conosce bene e gli è stato vicino in questi giorni racconta di un De Rossi amareggiato per gli striscioni e le accuse di una parte della tifoseria. Ma lui vuole restare. Sì, perché il centrocampista di Ostia, nonostante il rapporto incrinato con una parte della tifoseria, smaltita in parte la delusione del derby, mette ancora e sempre la Roma al primo posto. La Roma è la squadra che tifava da bambino e indossare la maglia della squadra del cuore è il sogno di ogni bambino. In questo senso, la Roma è il suo sogno avverato.

E allora Daniele pensa e aspetta. Aspetterà che si palesi il nuovo allenatore per capire se potrà godere della sua fiducia. 

E se Buffon, Montolivo e Marco Amelia respingono l'idea di un De Rossi con un'altra maglia: "Non vedo Daniele lontano da Roma", c'è il Chelsea che gli ha messo gli occhi addosso. Daniele piace tantissimo a Josè Mourinho e sull'addio del centrocampista giallorosso puntano anche i bookmaker.

Calcoli e percentuali contro le ragioni del cuore di un bambino che felice indossa una maglia giallorossa davanti a una vecchia tv. Chissà chi la spunterà.

Difficile fare un pronostico. Sì, perchè il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce. Su questo sì, c'è da scommetterci...

 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom