La Squadra

Garcia: “Primo tempo ok, stanchi nel secondo”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 11-08-2013 - Ore 13:15

|
Garcia: “Primo tempo ok, stanchi nel secondo”

Primo tempo soddisfacente, ripresa al di sotto delle aspettative. E’ il giudizio di Rudi Garcia al termine dell’amichevole che la Roma ha perso a Washington contro il Chelsea di Mourinho. La formazione giallorossa, in vantaggio con Lamela, e’ stata poi sconfitta per 2-1 grazie ai gol di Lampard e Lukaku nel secondo tempo. ”Abbiamo fatto sicuramente un buon primo tempo, con un buon possesso palla e qualche interessante azione offensiva – le parole dell’allenatore romanista dopo l’ultimo impegno della torunee americana – Nella ripresa pero’ il Chelsea ha cambiato molti giocatori e sicuramente era piu’ fresco di noi, ma non e’ la cosa principale”. In effetti, a non soddisfare particolarmente il francese e’ stata la gestione dei secondi 45 minuti di gioco, quando sulle gambe di Totti e compagni si e’ fatta sentire la fatica dovuta anche all’allenamento svolto qualche ora prima di scendere in campo. ”Quando una squadra e’ stanca deve saper giocare un po’ di piu’ con la testa, tenere di piu’ il pallone, e questo per me e’ stato il problema del secondo tempo” e’ stato l’appunto dell’ex Lille alla squadra, che comunque a differenza delle precedenti usciti nella ripresa non e’ stata snaturata dal valzer dei cambi (le uniche sostituzioni dopo oltre un’ora di gioco hanno riguardato esclusivamente Maicon, Florenzi e Osvaldo). A causa delle assenze in mezzo al campo di De Rossi (cervicalgia) e Pjanic (febbre), i compiti da regista sono stati assegnati a Strootman, uno dei migliori del tour estivo. ”Kevin puo’ giocare in tutte le posizioni del centrocampo, il problema col Chelsea e’ stato che Miralem e Daniele non stavano bene – ha sottolineato Garcia – Le soluzioni, allora, sono poche per il centrocampo. Per Kevin comunque e’ stata una buona partita, cosi’ come per Florenzi e Bradley”. E soddisfatto per l’incontro si e’ mostrato anche Rui Faria, primo assistente di Mourinho sulla panchina del Chelsea. ”Abbiamo affrontato un’ottima squadra, ben organizzata, e che voleva vincere, quindi per noi e’ stata davvero una partita molto buona – ha riconosciuto il braccio destro dello ‘Special One’ – Siamo molto soddisfatti delle prestazioni dei nostri giocatori. Tutti in campo hanno dato il massimo. Ci sono stati alcuni momenti difficili, come quando siamo passati in svantaggio, ma anche tanti aspetti positivi per la squadra”. ”Alla fine, vincere non e’ la cosa piu’ importante in queste partite, ma fa sempre bene e aiuta l’identita’ e la personalita’ che vogliamo creare nella squadra – ha concluso Faria – La cosa piu’ importante comunque e’ stato il modo in cui abbiamo ottenuto il risultato”.

Fonte: (Ansa)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom