La Squadra

#GarciaOut sui social, Pallotta chiamato ad intervenire. Quale futuro dopo BATE e Napoli?

condividi su facebook condividi su twitter Di: Davide Aprilini 06-12-2015 - Ore 11:00

|
#GarciaOut sui social, Pallotta chiamato ad intervenire. Quale futuro dopo BATE e Napoli?

DAVIDE APRILINI - Il risultato maturato al 94' della partita di Torino sembra poter essere, sin qui, la sintesi perfetta di una Roma 2015/2016 da non far vedere ai minori. Anche quando tutto sembra volgere per il meglio, è ormai certezza che non ci sarà un lieto fine. Ringraziato Padelli che mette sulla brace i suoi, la Roma spreca il raddoppio con Edin Dzeko e poi una grossa ingenuità di Rudiger mette in condizione il compagno di reparto, Kostas Manolas, di dover effettuare un intervento al limite che, pur essendo pulito sul pallone, viene sanzionato (dall'arbitro addizionale) con il fallo da rigore. Tempo di gioco 93'43", i tre punti svaniscono e con loro ogni rosea aspettativa della stagione della Roma.

PERSONALITA' E SERENITA' – La squadra, ancora una volta terribilmente lenta e prevedibile, è sembrata piuttosto tesa e nervosa, una delle prove più eclatanti è stata l'alta tensione, con rissa sfiorata che, inizialmente, ha coinvolto Florenzi e Acquah cui, in un secondo momento, si sono aggregati i rispettivi compagni di squadra. Non solo, si continua a parlare nei pre e nei post gara di una squadra con un carattere forte e intraprendente. Questo carattere, però, davvero non si percepisce. Una squadra brutta esteticamente è costantemente accompagnata dall'assenza di cattiveria agonistica (positiva) che spinga i giocatori in campo a cercare con decisione di imporre il proprio gioco. A riguardo, il gioco di Garcia non si vede da ormai troppe partite. Le partite giocate bene, in cui la Roma si è imposta, si contano sin qui sul palmo di una mano.

#GARCIAOUT E RABBIA SUI SOCIAL – L'insoddisfazione dell'ambiente, che chiede provvidementi al presidente James Pallotta e alla dirigenza, si è riversata in gran parte sui social. Preso di mira Edin Dzeko, la rabbia però si riversa anche e soprattutto nei confronti del tecnico francese. Diffusi i primi hashtag #GarciaVattene e #GarciaOut, che inevitabilmente è stato eletto artefice massimo di questo declino, i tifosi sui social si riversano, per chiederne l'esonero, anche sulle pagine ufficiali della Roma: "Vattene incapace"; "esoneratelo prima di BATE"; "calcio disgustoso, allenatore da cancellare"; "mentalità da perdente, cambia aria" e così via.

JAMES FURIOSO – Nella serata di ieri è sbarcato a Roma, aeroporto di Ciampino, James Pallotta, il quale non si è detto soddisfatto dell'andamento della squadra rassicurando i tifosi che presto le cose si sistemeranno. Si ma come? Tifosi e stampa affezionata chiedono un radicale cambiamento, individuabile nel cambio di panchina. Perchè tarda ad arrivare un intervento da parte della dirigenza? E' meglio perdere il treno, vitale, della Champions League, oppure pagare senza prestazioni il residuo contratto di un allenatore ormai sulla graticola? L'ostinazione e la perseveranza sin qui hanno surriscaldato un ambiente logoro e sempre più disinnamorato, dove torna a regnare sovrano il "Mai 'na gioia", accompagnato da un'atmosfera cupa e rinunciataria.

BATE BORISOV E NAPOLI – Dunque, tra risultati deludenti, prestazioni inguardabili e un clima rovente la squadra adesso dovrà affrontare, senza possibilità di fallimento (nemmeno contemplabile) il BATE Borisov. Partita da dentro o fuori, i tre punti sono obbligatori. Il destino tra i propri piedi e un avversario decisamente non irresistibile, anche se la retroguardia della Roma è la peggiore del Gruppo E di Champions League con 16 reti subite. Il BATE è a Roma da una settimana, concentrazione al top per i bielorussi che non hanno nulla da perdere e tutto da guadagnare, un'occasione per loro di scrivere la storia del club ma anche del proprio paese.
Guardando più avanti, tra una settimana la Roma dovrà scendere in campo al San Paolo di Napoli. Sin qui l'undici di Sarri è la squadra che esprime il miglior gioco, oltre a contendersi il primato con l'Inter, vanta il miglior reparto offensivo e la miglior difesa in campionato. La Roma vista da Bologna ad oggi certamente non lascia presagire nulla di positivo nell'ottica di queste due gare fondamentali. La Roma rischia di andare, oggi, a -6 dal Napoli andando verso uno scontro diretto che la getterebbe nel baratro. Nell'eventualità, un intervento radicale sarebbe d'obbligo.

Fonte: DAVIDE APRILINI - INSIDEROMA.COM

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom