La Squadra

Il dietro le quinte di Orlando

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 25-05-2014 - Ore 12:18

|
Il dietro le quinte di Orlando

Sabato all’insegna di sudore e divertimento quello trascorso in Florida dagli uomini di Garcia che al mattino sono tornati subito in campo dopo la vittoria della sera precedente nella gara contro la squadra locale dell’Orlando City.

Alle 9:15 infatti Totti e compagni sono scesi puntuali sui prati dell’ESPN WWSC: ad assistere alla seduta non poteva mancare lui, il presidente Pallotta, arrivato proprio ieri per stare vicino ai suoi ragazzi nell’ennesimo tour americano giallorosso. Il presidente ha salutato tutti i suoi ragazzi ed è stato spesso in dialogo con il CEO Zanzi e il DS Baldissoni.

A fine seduta la sorpresa: si è palesato sul campo Mickey Mouse, a fare giustamente gli onori di casa di Disney World. Pare che sotto la maschera del famoso personaggio amato da grandi e piccini ci fosse una signora di una certa età, ma… mistero rimarrà, perché non siamo riusciti a vedere chi si celasse sotto le orecchie di Topolino. (video: AS Roma & Mickey Mouse)

L’intrusione di Mickey Mouse ha comunque fatto sorridere tutto il gruppo giallorosso: Totti si è prima divertito ad allacciare le scarpe a Topolino, per poi sfidarlo in una gara di rigori… a seguire, foto di rito per il tris d’assi di oggi sui prati dell’ESPN WWSC: Totti, Mickey Mouse e Pallotta!

Prima di tornare a casa il direttore del complesso della ESPN ha poi approfittato per salutare e omaggiare la Roma offrendo una targa a Zanzi, ricambiata dal nostro CEO con uno stemma del club giallorosso. Insomma, l’armonia tra Disney e AS Roma si rinnova negli anni…

Nel pomeriggio, poi, appuntamento per tutti alle 2.45 locali, ore 20:45 europee, per vedere la finale di Champions League in una sala dell’albergo, dove il club ha chiesto di allestire per l’occasione un mega-schermo. Visione del match comunitaria, quindi, con tutti presenti, dai massimi dirigenti allo staff tecnico, dai giocatori agli addetti ai lavori: tutti insieme appassionatamente per seguire una delle partite più importanti dell’intera stagione calcistica mondiale, per di più nell’occasione un derby madrileno. Nonostante il freddo della sala (aria condizionata come sempre altissima qui negli States…), la gara ha appassionato tutti per i 120 minuti che è durata, col trofeo andato nelle mani della squadra delle merengues allenata dell’ex giocatore giallorosso Ancelotti.

Insomma, tra allenamento, Topolino e Champions, qui ad Orlando non ci si annoia mai. A domani per la prossima puntata…

LEGGI LA NEWS ORIGINALE

 

Fonte: asroma.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom