La Squadra

Il primo giorno di scuola della nuova Roma

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 15-07-2014 - Ore 17:12

|
Il primo giorno di scuola della nuova Roma

È l’alba della Roma 2014-2015, ma è l’alba pure al“Fulvio Bernardini” di Trigoria. È una mattinata particolare, diversa dal solito, quella del 15 luglio. È un giorno importante perché si raduna la squadra di Rudi Garcia. Dalle 8 alle 9.30 tutti i giocatori convocati dal tecnico francese devono presentarsi per il primo allenamento della stagione.

Sono le 7.30, il sole comincia a scaldare la capitale e all’esterno del centro sportivo si appostano i primi tifosi armati di maglie e sciarpe. C’è grande voglia di Roma dopo due mesi di astinenza. Si avverte ovunque nell’aria questa necessità. “Cominciamo ‘st’avventura che ci farà sognare”, è lo striscione che inaugura il nuovo corso. Nel frattempo, dacché erano una ventina, la folla dei tifosi cresce velocemente.

Si raddoppia, si triplica, nel giro di pochi minuti. I primi applausi – alle 8.11 – sono per Lukasz Skorupski e Bogdan Lobont: arrivano insieme i due portieri, vestiti casual e con volti rilassati.

Passano dieci minuti e dall’esterno si avverte un coro conosciuto: “Un capitano, c’è solo un capitano…”. Note esclusive per Francesco Totti, il calciatore con più presenze e gol nella storia romanista. È al ventitreesimo raduno della carriera, una roba da spavento. Puntualissimo come di consueto, la sua auto nera varca i cancelli del“Bernardini” e parcheggia al solito posto. Quale? Il numero dieci… Come esce dalla vettura, ad attenderlo c’è il fotografo ufficiale per il primo scatto dell’anno. Francesco, maglietta bianca e jeans blu, tirato a lucido, ride e scherza con i dipendenti di Trigoria con le proverbiali battute in romano che divertono tutti.

Il prossimo è Mattia Destro, il bomber del torneo passato con 13 gol:“Contento delle vacanze, ora si riparte per vincere”, il suo intendimento. I difensori avversari sono avvisati.

Alle 8.41 è il turno di un volto nuovo, Ashley Cole. L’inglese si presenta in forma e con tanta voglia di misurarsi nella nuova realtà: “Sono molto felice di essere qui, speriamo di fare una bella stagione”, le sue dichiarazioni a Roma Channel. Pochi istanti dopo ecco altri due neo acquisti: Seydou Keyta e Urby Emanuelson. Insieme a loro c’è pure l’uomo derby del 2013, Federico Balzaretti. L’esterno non vede l’ora di tornare a disposizione del gruppo: “Lavoro per essere di nuovo al top, un saluto a tutti”.

Alle 8.45 si rivede un altro grande protagonista della stagione dei record: il difensore centrale Mehdi Benatia. Via via, alla spicciolata, si aggregano pure alcuni giovani che faranno parte della rosa di prima squadra: Luca Mazzitelli e Michele Somma. E poi, Alessio Romagnoli, difensore dal sicuro avvenire: “Sto bene e sono pronto a riprendere nel migliore dei modi”, avverte il 46 giallorosso.

Intanto, da fuori si sente un altro boato. È per Kevin Strootman che sta recuperando dal suo infortunio. “Forza Roma”, dice il centrocampista lasciandosi andare ad un sorriso. Chi lo conosce, lo sa: l’olandese non è tipo di tante parole. Preferisce parlare in campo, Kevin.

Alle nove in punto ecco Alessandro Florenzi, jeans, occhiali scuri e maglietta grigia: “Siamo pronti a ricominciare. In questa vacanza mi sono riposato molto”.

Da un centrocampista a un altro, Radja Nainggolan: il look è rinnovato con una cresta bionda da “ninja”, per far fede al soprannome che lo accompagna da anni.

È il momento di due attaccanti: Adem Ljajic e Marco Borriello, sorridenti e con ottimi propositi di gol per l’anno che sta arrivando.

Alle 9.22 si nota un fuori strada bianco: è quello di Leandro Castan. Il difensore brasiliano è carico“Le vacanze sono andate nel migliore dei modi, mi sono riposato. E ora vogliamo fare bene questa stagione”.

All’appello manca solo Morgan De Sanctis, il portiere titolare della Roma del record. Ma lui è così, ama prendersela con comodo. Pure dopo le partite è uno degli ultimi a uscire dallo spogliatoio. In ogni caso, è in tempo: il termine ultimo per il raduno è quello delle 9.30, lui si presenta alle 9.25. L’estremo difensore arriva in taxi e, appena sceso, si lascia andare a una battuta: “E mo’ chi lo paga il tassista?”. Morgan rivolge un cenno d’intesa a tutti i presenti e poi si ferma due minuti con la tv di casa: “Abbiamo grande entusiasmo – afferma – già si percepisce che questa dovrà essere una stagione piena di successi per tutti, ma tutto questo passa per il lavoro sul campo. Il mercato? È stato fatto un lavoro importante finora, ma c’è tempo fino al 2 settembre per dare un’identità precisa a questa squadra, per quanto riguarda noi calciatori, da oggi possiamo riversare sul campo la dedizione e l’attaccamento alla maglia”.

Non c’è più nessuno da aspettare, è ora di tornare in campo e di ricominciare. Buona fortuna, Roma!

Fonte: ASROMA.IT

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom